Un nuovo ponte sul Ticino a Oleggio

Un nuovo ponte sul Ticino fra Oleggio e Turbigo
Un nuovo ponte sul Ticino

Della costruzione di un nuovo ponte sul Ticino, a Oleggio, se ne parla già da molto tempo, sin da quando si è iniziato a progettare di far diventare l’ aeroporto di Malpensa un Hub internazionale.

Pubblicità

agroalimentari a filiera corta Cooperativa del Sole

Ora iniziano ad essere presentati  primi atti amministrativi che permetteranno questa costruzione.  Negli uffici del Comune di Oleggio si trova depositato il primo progetto che servirà per la valutazione di impatto ambientale e che riguardano, oltre al nuovo ponte sul Ticino, anche l’adeguamento di un tratto della Strada Provinciale  527 della Malpensa. L’opera interesserà quindi sia la regione Lombardia , e l’altomilanese, sia la provincia di Novara.

Pubblicità

Bed & breakfast La Scala a Rho

Tutto il progetto si trova all’interno del Parco Naturale de Ticino che si estende sulle due rive del fiume azzurro e che è percorso , nella zona scelta da alcune lanche di rara bellezza e dal valore naturalistico davvero unico. Va quindi utilizzata la massima attenzione nella costruzione del ponte che deve evitare di toccare l’equilibrio naturale delle lanche e e deve permettere il giusto inserimento dell’opera nel paesaggio naturale del Ticino. Per questo motivo si fanno la valutazioni di impatto ambientale e si cerca di prevedere tutto quello che si può prevedere per evitare danni all’ambiente e al paesaggio..

Il progetto del ponte ha la particolarità di essere quasi sospeso, e dà l’impressione di avere una struttura leggera, argentata, quasi aerea, che si confonde con il colore del cielo. Colpisce la bellissima copertura che ha una forma moderna e slanciata, come si può vedere dalle foto di Francesco Maria Bienati e che ha già pubblicato sulla sua pagina blog su Youreporter.it.

Pubblicità

L’opera sta finendo il suo iter amministrativo e nella gallery di fotografie allegate al nostro articolo potete vedere i disegni del progetto che lasciano già immaginare come sarà l’opera una volta finita.

(Fonte e foto: Francesco Maria Bienati su youreperter.it)

Pubblicità

 

Maila

Maila

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenta qui