MagazineModa

Milano Moda Donna: 70 sfilate con Armani, Gucci e Versace contro l’anoressia

Dal 19 al 25 settembre 2012, a Milano, i grandi stilisti hanno organizzato Milano moda Donna, la “settimana della moda” che riempirà la città con più di 70 eventi già organizzati e molti altri in preparazione. Le sfilate inizieranno ogni giorno alle 9,30 del mattino, e continueranno per tutto il giorno fino che non si arriverà a sera.

Pubblicità

La moda, si sa, non è fatta solo di grandi firme e di modelle però non si può negare che le anticipazioni delle grandi case e delle loro sfilate determinino poi le tendenze che saranno utilizzate nella stagione seguente quasi da tutti. Un colore nuovo, un taglio particolare o un dettaglio, possono rimanere nella mente delle persone e creare il trend per le stagioni seguenti.

Pubblicità

Inoltre da quest’anno la settimana di Milano Moda donna ha compreso nel suo regolamento i principi del manifesto Nazionale contro l’anoressia, che assicura l’impegno delle case di moda a non far sfilare modelle che soffrano di un disturbo alimentare conclamato. Alla base di questo impegno c’è anche la consapevolezza che l’anoressia è spesso  la conseguenza del desiderio di imitare un modello di bellezza  che pretende per le donne una magrezza estrema e quindi le case di moda si impegnano anche a promuovere una bellezza più solare e generosa nelle forme.

Pubblicità

Un altro vantaggio dell’adozione di questo manifesto da parte degli organizzatori di Milano Moda Donna è che gli abiti proposti durante le sfilate saranno sicuramente molto più adatti alle forme della maggior parte delle donne e molto più portabili. Fra le numerose firme che hanno già dato la loro adesione alla settimana della moda milanese troviamo Armani, Gucci,Versace, Dolce e Gabbana, e Roccobarocco
(Fonte e foto: cameramoda.it)

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.