LambrateMilano

Tentato omicidio sulla linea verde del metrò. 1 arresto

Ieri sera intorno alle 22:50 nella stazione della metropolitana di Lambrate sulla linea verde, Milano, un uomo ha aggredito senza motivi una ragazza di 24 anni e la ha spinta e fatta cadere dalla banchina sui binari, mentre era in arrivo il treno. Fortunatamente il suo fidanzato, che era con lei sulla banchina ad aspettare il treno in direzione Abbiategrasso, e gli altri passeggeri presenti, hanno dato l’allarme e sono riusciti a farla risalire dalla fossa dei Binari prima che il treno arrivasse in stazione.

Pubblicità

La giovane donna è caduta di schiena sui binari e ha avuto bisogno di cure mediche. È stata soccorsa dall’equipaggio di un’ambulanza di PA Soccorso di Vimodrone, inviata sul posto dalla centrale operativa del 112, e dopo le prime cure sul posto è stata portata, in codice verde, al Pronto Soccorso dell’Ospedale Fatebenefratelli. per ricevere le cure necessarie e per effettuare gli esami diagnostici che potranno escludere danni interni. Fortunatamente, sin dai primi momenti le sue ferite non sono risultate gravi.

Pubblicità

Incubo sulla linea verde

L’aggressore è un dominicano, con cittadinanza italiana, di 52 anni. È stato arrestato poco dopo i fatti dai poliziotti del commissariato di Lambrate e dalla Polmetro. Dei soccorsi si sono occupati anche gli uomini della Security dell’Atm. Il 52enne è accusato di tentato omicidio e sembra che non vi siano collegamenti con la vittima. Ha alcuni precedenti per aggressioni ma i motivi che lo hanno spinto a questo gesto terribile sono al momento sconosciuti. Prima di agire avrebbe urlato delle frasi incomprensibili.

Pubblicità

Attualmente si trova nel carcere di San Vittore dove è stato portato ieri sera ed è in attesa della convalida dell’arresto oltre che della decisione che il giudice prenderà nei suoi confronti. E’ indubbio, però, che una persona che ha compiuto un atto del genere non può essere lasciato libero.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.