porta GenovaMilanoPorta Nuova

Shock: rapper Daxter arrestato per spaccio di Cocaina

Daxter, il cui vero nome è Eraldo Cekrezi, rapper italo-albanese di 26 anni, è stato arrestato ieri pomeriggio a Milano in Via Savona 27. Il giovane artista, nato a Durazzo nel 1998 e cresciuto a Foligno in Umbria, è stato fermato dai poliziotti della sesta sezione della squadra mobile, comandata da Filippo Bosi, mentre si trovava a bordo di una Citroën C3.

Annunci

la scala Rho b&b

Secondo quanto riportato dalla polizia, Daxter era stato visto in Via Moscova dai poliziotti in borghese della squadra antispaccio, i quali lo avevano notato perchè armeggiava nervosamente con il telefono all’interno della sua vettura. Insospettiti, gli agenti lo hanno seguito fino a Via Savona, dove è stato colto in flagrante mentre cedeva una dose di cocaina a un uomo australiano. Durante l’arresto, il rapper è stato trovato in possesso di 19 dosi di cocaina, 16,5 grammi, e di 2000 euro in contanti, probabilmente frutto della sua attività illecita.

Annunci

Nonostante non avesse precedenti per spaccio o per altri reati, l’accaduto influirà sulla sua carriera artistica e sulla sua immagine. Per i rapper essere arrestati non è sempre negativo ma dal punto di vista della sua vita personale è un duro colpo. Il giovane rapper, si trova ora di fronte a gravi accuse che potrebbero compromettere seriamente il suo futuro. La notizia dell’arresto ha già fatto il giro dei social media, scatenando una serie di reazioni tra i fan e l’opinione pubblica.

Annunci

Le autorità continueranno a indagare per stabilire l’entità dell’attività di spaccio del rapper e per identificare eventuali complici coinvolti nella vicenda, ad esempio tenteranno di identificare chi gli ha consegnato la cocaina. Intanto, DAXTER è stato arrestato e dovrà affrontare le conseguenze legali delle sue azioni, in attesa del processo che definirà la sua sorte.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.