PiemonteRegioni

Il recovery fund dimentica i giovani

Intanto che aspettiamo la crisi di governo ( o le liti) di Matteo Renzi e Giuseppe Conte, nasce un problema con i fondi del Recovery Fund. Lo fanno risaltare 76 fra sindaci e assessori della Lega del Piemonte che hanno mandato una lettera a Giuseppe Conte, per chiedere di non dimenticarsi delle esigenze dei giovani nella distribuzione del Recovery Fund. Il comunicato è arrivato in redazione. Lo hanno scritto il Segretario Piemontese dei Giovani della Lega, il deputato Flavio Gastaldi, e i giovani della Lega piemontesi eletti nel Consiglio regionale: Matteo Gagliasso, Letizia Nicotra e Sara Zambaia.

Annunci

Ecco quanto scrivono i 4politici sulle scelte del recovery fund

‘Preoccupazione e rammarico nella lettera che la Lega Giovani, movimento rappresentato da settemila ragazzi e da oltre 1000 amministratori di tutta Italia, ha scritto al premier Conte. Riteniamo esigua la percentuale di fondi destinati ai giovani all’interno del Recovery Fund. Ancora una volta questo governo si è affidato agli slogan senza mai dare concretezza alla promesse fatte”.

Annunci

“I dati relativi a disoccupazione giovanile e abbandono scolastico sono drammatici nelle istanze di indirizzo contenute nell’ultima bozza del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, Next Generation Italia, si fa riferimento in modo didascalico a interventi mirati a ricadute occupazionali a favore dei giovani grazie allo sviluppo di nuovi settori e opportunità, attribuendo a questo obiettivo l’1% delle risorse. Una incoerenza palese sin dal mandato, che è orientato a costruire un futuro per le nuove generazioni, e non deve diventare un bancomat per gli errori presenti e passati”.

Annunci

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.