Prima Pagina

La pazzia di Twitter e di Facebook che limitano gli account di giornali e giornalisti (hanno limitato Libero, e anche me)

Twitter censura Libero, il giornale fondato da Vittorio Feltri, limitandone la possibilità di essere letto, e Facebook censura me, accusando il nostro giornale (registrato) di essere spam. Noi siamo meno conosciuti di Libero. Riusciremo a farci sentire lo stesso?

Annunci

twitter,facebook. La pazzia di Twitter e di Facebook che limitano gli account di giornali e giornalisti (hanno limitato Libero, e anche me) - 12/01/2021

Ogni italiano negli ultimi tempi, per ragioni diverse, o per una parte o l’altra, ha esclamato “ma in che mani siamo?” Non perderemo ma l’abitudine di darci del deficiente o dell’incompetente l’uno l’altro ma dato che lo sappiamo, in genere sappiamo anche fare la tara a queste esclamazioni. Questa volta sono però davvero preoccupata. Oggi la risposta “ma in che mani siamo?” è diventata mondiale.

Annunci

cambiamenti. Social journalism

Siamo nelle mani di Twitter e di Facebook che, con la scusa che sono una piattaforma privata su cui si riversa a leggere tutto il mondo, pretendono di comandare e di decidere chi altri può essere letto e chi no. Fino a qualche mese fa quando Facebook mi bloccava la possibilità di condividere gli articoli di Co Notizie, mi facevo una risata.

Annunci

twitter,facebook. La pazzia di Twitter e di Facebook che limitano gli account di giornali e giornalisti (hanno limitato Libero, e anche me) - 12/01/2021

“Sono proprio una spammatrice folle”, mi dicevo dall’alto della ventina di condivisioni sul social network che riuscivo a fare in una giornata. Ora però non rido più. Non si può impedire la diffusione libera di articoli o giornali registrati con la scusa che sono spam. O la gente li legge o non li legge. ma limitarne la diffusione ( che poi è già limitata da sola per la mancanza cronica di denaro e di tempo) non è democraticamente accettabile. Anche quando riconoscono di avere torto, fanno danni comunque.

la censura di twitter e di facebook

Nel caso seguente Facebook ci ha messo 3 mesi per stabilire che un post cancellato non era spam, e per tutto il tempo di attesa mi avevano sospeso la possibilità di condividere post e articoli.

Annunci

twitter,facebook. La pazzia di Twitter e di Facebook che limitano gli account di giornali e giornalisti (hanno limitato Libero, e anche me) - 12/01/2021

Non esiste libera opinione senza libera informazione, e senza libera opinione non esiste la democrazia

Le mie condivisioni, che ci siano o meno, non pongono problemi di diffusione di Co Notizie. Non ci sono solo io, che li condivido, però trovo inaccettabile che Facebook, senza nessuna spiegazione, abbia limitato la mia possibilità di essere letta e abbia così anche limitato la possibilità dei lettori di informarsi liberamente.

twitter,facebook. La pazzia di Twitter e di Facebook che limitano gli account di giornali e giornalisti (hanno limitato Libero, e anche me) - 12/01/2021

Twitter limita Libero

Poi assaltano il Campidoglio, Capitol Hill, bannano il presidente degli Stati Uniti in carica Donald Trump da twitter, da Facebook e da tutte le piattaforme social, cancellano il social Parler e, passando da questa parte dell’oceano Atlantico, Twitter limita l’account di Libero e per attività sospette. Sospette di che cosa? E’ una testata giornalistica. Il giornalismo è sospetto per i social media? Twitter ha fatto a Libero la stessa cosa che ha fatto a Donald Trump?

twitter,facebook. La pazzia di Twitter e di Facebook che limitano gli account di giornali e giornalisti (hanno limitato Libero, e anche me) - 12/01/2021

Nelle ultime ore però pare che Twitter sia tornato sui suoi passi e abbia deciso di liberare libero dalla censura. Per ora. Però il problema rimane. Siamo nelle mani di Twitter e Facebook che decidono chi e cosa può essere liberamente letto a suo insindacabile ( perchè nei fatti è insindacabile) giudizio. Cioè, in questo mondo, comandano loro?

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.