Le balle del Gibo sulle indicizzazioni di Google

Girellando per internet a caccia di notizie da raccontare, mi è caduto l’occhio su alcuni post pubblicati sul profilo Facebook del consigliere comunale Gilberto Rossi, noto a tutti a Ossona come Gibo e, purtroppo, noto come ossonese in altri Comuni.

Pubblicità

agroalimentari a filiera corta Cooperativa del Sole

Le balle del Gibo sulle indicizzazioni di GoogleIn quei Post, molto difficili da comprendere perchè pieni di sospensioni, lineette, di ” beh”, “mah”, sottintesi che non sottintendono nulla e con pochissime frasi di senso compiuto, ho capito che il soggetto del suo sfogo online eravamo io e Cronaca Ossona.
A quanto pare il consigliere mi accusa di aver rovinato il suo lavoro impedendo a Google di indicizzare i filmati e i post che pubblica su internet. Tralasciando la facile battuta sulla questione lavoro del consigliere comunale, che come tutti sanno, è ancora iscritto all’università, intendo dare un paio di spiegazioni su Cronaca Ossona e sul suo successo. E’ un po’ che sento che Gibo racconta in giro per Ossona che io impedirei ai motore di ricerca di Mountain Wiew ( Google) di indicizzare il suo “lavoro” e, dato che so cosa sono e come funzionano i motori di ricerca, non gli ho mai dato peso. Però oggi ho voglia di mettere i puntini sulle i , i punti esclamativi alla fine delle frasi, e mi sono anche stufata di sentir la gente raccontare castronerie e passarla liscia.

Pubblicità

Bed & breakfast La Scala a Rho

Cosa sono le indicizzazioni di Google

Google indicizza qualunque cosa sia presente nella rete internet, (gli articoli e filmati di Gibo sono generalmente nella 1230esima pagina di una ricerca) a meno che non sia l’autore stesso che gli dice di non farlo. Indicizzare, infatti, vuol dire classificare. Nel classificare siti internet e blog, Google dà un punteggio, un peso, ad ogni post ed ogni articolo. Il peso di ogni articolo è determinato dall’interesse che lo stesso suscita ricevendo dei clic ( si dice, infatti, “scalare le serp”), dalla correttezza della grammatica e della sintassi con cui è scritto e dalla sua rispondenza alle regole che il motore di ricerca stesso consiglia per offrire una buona esperienza all’utente. Non so come dirlo con delicatezza, ma se nessuno legge i post di Gibo e nessuno guarda i suoi filmati la colpa è solo di Gibo che non è capace di renderli interessanti e rilevanti. Se i suoi blog non sono nelle prime pagine di Google e non gli arrivano lettori nuovi dal motore di ricerca significa che nessuno li cerca, nessuno ne sente la mancanza e nessuno è interessato ai suoi argomenti e a come li espone. Se, invece, Cronaca Ossona fa, con i suoi articoli, una media mensile di 14mila visite uniche ( cioè lettori veri) di cui più di metà che arrivano tramite il motore di ricerca Google, il merito è solo dei suoi autori e della mia professionalità come web editor. Per essere sincera fino in fondo, 14mila persone al mese che leggono Cronaca Ossona sono un risultato notevole, ma non eccezionale. Come cronacaossona, infatti, miriamo alle 100mila, e solo a quel punto mi sentirò un pochino soddisfatta. Se però non riuscirò a raggiungere l’obiettivo, non andrò nei bar di Piazza Litta a raccontare che la colpa è di chi boicotta cronacaossona.com, anche se sono in possesso di un paio di messaggi di Facebook il cui mittente è proprio Gilberto Rossi e in cui si fanno pressioni perchè i destinatari non leggano o collaborino con Cronaca Ossona.

Maila

Maila

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Un pensiero su “Le balle del Gibo sulle indicizzazioni di Google

Commenta qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: