SolaroMilano città metropolitana

23 dosi di cocaina in sala scommesse. Arrestato tunisino

I carabinieri hanno beccato uno spacciatore di cocaina in flagranza a Solaro. Ieri pomeriggio, alle 18:00 circa, i Carabinieri della stazione di Solaro, in provincia di Milano, stavano effettuando dei controlli casuali nella zona di confine del Parco delle Groane, nota zona di spaccio di stupefacenti. Mentre controllavano i documenti dei clienti in una sala scommesse vicina al bosco hanno notato un giovane Nordafricano che stava tentando di sottrarsi al controllo uscendo di soppiatto dal locale.

Pubblicità

“ehi, dove va? Venga qua un attimo” e i carabinieri hanno deciso di perquisirlo. Avevano intuito giusto. Infatti, in una tasca dei pantaloni aveva un pacchetto di sigarette in cui c’erano 23 dosi, già confezionate e pronti alla vendita, di cocaina, per un totale di 12 grammi. Il nord africano è stato portato in caserma e identificato. Si tratta di un tunisino 20enne, irregolare sul territorio , senza fissa dimora e nullafacente, a parte vendere droga.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Il tunisino è stato sistemato nelle camere di sicurezza in attesa di essere giudicato con il rito di direttissimo dal tribunale di Monza, cosa avvenuta questa mattina. La cocaina è stata sequestrata e, come sempre in questi casi, ne è stata programmata la distruzione presso l’inceneritore.

Pubblicità

la scala Rho b&b

Caro – cocaina

Si è notato che da qualche tempo nel mercato della droga le dosi della cocaina sono state dimezzate. Un tempo la vendevano al grammo, con un costo che variava dagli 80 ai 120 sono euro. Oggi il prezzo medio, secondo alcune fonti, è fra i 50 e gli 80 euro, ma le dosi sono diventate di circa mezzo grammo, senza considerare l’alta dose di oki o di altri antidolorifici in polvere mischiato alla dose stessa. Il carovita e l’aumento incontrollato dei prezzi ha toccato anche il mondo della tossicodipendenza.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.