2022. Torna il Palio della Bogia d’oro

Il 24 luglio 2022 si torna a celebrare il palio delle Bogia d’oro. La sfida fra Codachì e Codalà torna dopo le tante difficoltà dovute ai lock down per il Covid 19. Una della intriganti manifestazioni di Ossona si terrà per la festa del patrono parrocchiale San Cristoforo. Sarà organizzata dalla Parrocchia.

Pubblicità

La festa e lo spettacolo di fine oratorio

Per la sera del 22 luglio, dalle 21, i ragazzi del Grest hanno organizzato uno spettacolo di fine anno. Si sono divertiti, hanno giocato, è piaciuto, sono andati in gita, e ora mettono tutta l’esperienza acquisita in una sola serata. La serata seguente, il 23 luglio, è dedicata invece alle operazioni preliminari della celebrazione del palio e alla parte religiosa, con la processione di San Cristoforo, alle 20.30, che finirà in oratorio, in via Baracca. Quindi seguirà la consegna della benemerenza del Cristofanino d’oro e il giuramento di lealtà fra le due contrade, il Codachi e il Codalà. Seguiranno delle sfide tra i colori delle due contrade, giallo blu e rosso verde. Concluderà il concerto dei “Sem Giust in Cinq”.

Pubblicità

Il Giorno del palio

Il 24 luglio inizierà con la Messa solenne del Santo patrono san Cristoforo, alle 11. Poi alle 18.45 ci sarà la benedizione delle automobili sul sagrato della Chiesa. Alle 19.30 la cena in oratorio. Menù: Paella. Si potrà mangiare in oratorio oppure usufruire dell’opzione da asporto, prenotando le porzioni entro domenica mattina per ritirarla poi alla sera. La prenotazione si può fare al bar dell’oratorio, per email scrivendo a oratorio@parrocchiadiossona.it oppure chiamando il 3371483870

Il palio della bogia d'oro 2022

Il Palio

Alle 21.15 inizieranno le due sfilate dei contradaioli. I Verde sossi di Codalà partiranno da via Boccaccio, i giallo blu di Codachì dal fondo di via Baracca. Il punto di incontro sarà il portone dell’ Oratorio di via Baracca. Qui li aspetteranno gli Sbandieratori di Asti, Rione di San Secondo al cui spettacolo seguirà il duello fra i cavalieri del Re Nero, di Abbiategrasso. Poi inizierà il Palio della Bogia d’oro, che andrà in premio alla contrada vincente. LA festa si concluderà con la premiaione e con i fuochi d’artificio.

Pubblicità

Ossona divisa in due dalla piazza e dalla torre

Piazza Litta è terreno neutro, ma abitare a Codachì, verso Magenta, o a Codalà, verso Casorezzo, ha le sue differenze. Non chiedetemi perchè. Non lo so. Un tempo le contrade del palio erano 4, due a codachi, e due a codalà. Burgass era via padre giuliani e dintorni, e scanscieau ( le stampelle, cioè la stazione, del Gambadelegn) via rimembranze Baracca e dintorni componevano il Codachi. Ca neuv ( case nuove) cioè via Patrioti e dintorni, e Cassina, cioè via Marconi, erano codalà.

Oggi la linea di demarcazione è determinata dalla torre civica. Più o meno i territori delle contrade sono gli stessi, ma Ossona si è ingrandita e aveva bisogno di definire meglio i suoi spazi e le sue contrade. Quindi, la sfida è aperta e… Vinca il migliore. Noi, tutti insieme, una sfida l’abbiamo già vinta: quella di essere tornati a vivere in modo normale, celebrando le nostre feste e le nostre tradizioni.

Pubblicità

Culture digitali

Maila

Maila

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenta qui