MilanoMilano città metropolitana

Sono tornati i contrabbandieri di sigarette, e anche i finanzieri

I Contrabbandieri di sigarette non usano più gli spallacci, allacciando sulla schienale bricole, gli enormi zaini con cui attraversavano i boschi dei confini fra la provincia di Como e di Varese e la Svizzera. Non sono più le figure romantiche e furbe, cantate dalle canzoni lagheè di Davide Van De Sfroos, come nella ballata del Cimino.

Pubblicità

Nel 2022 i contrabbandieri di sigarette e di melassa di tabacco sono extracomunitari e non hanno nulla né di ribelle né di romantico. I loro antagonisti però sono sempre i finanzieri, gli stessi che avevano sorpreso il Cimino nel bosco in mutande, quando si è buttato nel lago per scappare.

Pubblicità

I contrabbandieri di sigarette di oggi non sono proprio la stessa cosa

I controlli dei finanzieri sono di qualche giorno fa. I militari del primo nucleo operativo metropolitano di Milano si solo occupati di monitorare alcuni mercati cittadini, quelli del terzo Nucleo Operativo metropolitano di Milano hanno ispezionato una ditta per la vendita di melassa di tabacco per narghilè, mentre quelli della compagnia di Melegnano hanno eseguito dei controlli presso delle aziende di trasporto della provincia di Milano.

Pubblicità

Contrabbando di sigarette con il carrello della spesa

I finanzieri del primo nucleo operativo di Milano hanno notato un uomo extra comunitario che si aggirava con un carrello del supermercato, di quelli che si usano per fare la spesa, fra i banchi di uno dei mercati che stavano controllando. Lo hanno fermato e nel carrello della spesa hanno trovato 2 kg di sigarette di contrabbando.

Quando lo hanno identificato tramite lo SDI hanno scoperto che l’uomo aveva diversi Alias, e che molti di questi avevano dei precedenti di polizia sempre per contrabbando. Quindi sono andati a casa sua, dove hanno trovato 5 scatole di cartone che contenevano 50 kg di sigarette di contrabbando. A quel punto lo hanno arrestato.

Pubblicità

Contrabbandieri,Sigarette,Contrabbandieri di sigarette. Sono tornati i contrabbandieri di sigarette, e anche i finanzieri - 31/03/2022

E riuscito a trovarne altre e lo ha rifatto

È già stato processato il giudice lo ha condannato, con la pena sospesa, e lo ha rimesso in libertà obbligandolo però alla firma giornaliera davanti alla polizia giudiziaria. Qualche giorno seguente alla liberazione, l’uomo è stato nuovamente sorpreso, da un’altra squadra della Guardia di Finanza, a vendere sigarette di contrabbando al mercato. Anche in questo caso le sigarette di contrabbando state sequestrate, ma è certo ceh il canale di approvvigionamento è stato molto celere.

La melassa di tabacco per i narghilè

Contrabbandieri,Sigarette,Contrabbandieri di sigarette. Sono tornati i contrabbandieri di sigarette, e anche i finanzieri - 31/03/2022

I finanzieri del terzo nucleo metropolitano, sempre in questi ultimi giorni eseguito un controllo fiscale a casa di un cittadino extracomunitario che aveva una ditta individuale Ma che risultava essere un evasore fiscale totale. Tra casa sua e un magazzino non dichiarato I finanzieri hanno trovato 36 kg di melassa di tabacco, importata di contrabbando e l’hanno sequestrata. Si tratta di un prodotto di moda tra i giovani è utilizzato in diversi locali del centro di Milano per fumare con il narghilè.

Le spediscono anche tramite corriere

Poi è toccato ai finanzieri della compagnia di Melegnano che hanno trovato nascosti impacchi giacenti da un corriere è in attesa di essere smistati, quasi 10 kg di sigarette di contrabbando.

Nota della redazione
Su Co Notizie News Zoom lavoriamo duramente ogni giorno per tenervi informati, e per seguire l'evoluzione di ogni fatto che raccontiamo. L'articolo che state leggendo, però, va contestualizzato e riferito alla data in cui è stato scritto, che è indicata in alto, e in cui i fatti erano quelli descritti. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. E' stato inserito per garantire la nostra libertà e autonomia di giornalisti e per garantire il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo! Qualunqe notizia nuova, purchè vera, sarà verificata e diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove si può dare grande spazio alla verità.

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.