Laura Molteni: approvato emendamento a sostegno di taxi e mobilità sostenibile

Milano. La possibilità di aumentare i fondi destinati al servizio taxi è dovuta ad un emendamento al Dup ( Documento Unico di Programmazione) scritto e presentato dalla consigliera Laura Molteni, della Lega, ricandidata alle elezioni amministrative del prossimo 3 e 4 ottobre, sempre per la Lega. Il bilancio di previsione è quello del 2021-2023. Sono in molti a dimenticare che i taxi fanno parte del sistema di mobilità sostenibile pensato e progettato per Milano e che i taxisti milanesi, tramite i vaucher, hanno effettuato un servizio strategico di trasporto, correndo un grande rischio di ammalarsi, durante i periodi più duri della pandemia

L’emendamento di Laura Molteni

Sono i famosi buoni taxi, o vaucher taxi che erano stati stanziati dall’amministrazione comunale di Milano. 3 milioni di euro che hanno premesso ai milanesi di muoversi in taxi per la città prezzi calmierati. “Si parla dei taxi, dei progetti e dei buoni taxi che sono già in essere. Chiedo di implementare la spesa per il trasporto pubblico locale, per sostenere questi progetti e implementare i buoni taxi.

Ho riformulato il punto perchè ho trovato una piccola dissonanza, per cui chiedo di inserire a pagina 488, alla fine della voce “migliorare l’efficienza del servizio taxi” la seguente frase ” monitorare l’andamento di buoni taxi, al fine di migliorarne la semplicità di utilizzo e di ampliare le categorie coinvolte, anche attivandosi con il governo per recuperare maggiori risorse”. Ha detto la consigliera Laura Molteni durante la votazione degli emendamenti al dum lo scorso luglio.

L’assessore Granelli approva l’emendamento

Questo emendamento al Dup è stato approvato dalla giunta, e lo stesso assessore Granelli , in consiglio comunale ha dovuto ammettere non solo che era ragionevole ma , in risposta all’intervento della Molteni che “In merito a questo emendamento, ne abbiamo parlato settimana scorsa in commissione, è stata pubblicata sul sito del Comune la nuova piattaforma per i buoni taxi che utilizzano i primi 3milioni e 800 mila euro messi a disposizione dal Governo per il sostegno ad alcune categorie di persone.

Nel frattempo è stato depositato da Anci (associazione nazionale Comuni Italiani) un emendamento in questo momento in discussione in commissione bilancio al senato che tende a prorogare fino al 31/12 di quest’anno il provvedimento e ad ampliare le categorie.

La sua riformulazione mette in risalto la necessità di proseguire questo intervento e quindi ritengo di esprimere parere positivo, proprio perchè questo va in linea con il Dup e ci serve come capacità di agire insieme con agli altri comuni italiani per permettere di contribuire ad una parte del trasporto pubblico non di linea a supportare la mobilità sostenibile dei milanesi

Un lungo discorso per dare ragione a Laura Molteni che ha trovato una “dissonanza” nel documento programmatico, la cui riformulazione ha permesso ai milanesi di continuare ad avere un beneficio e un sostegno e ai taxisti di essere utili anche durante il periodo della ripresa economica, salvaguardando nel contempo il loro lavoro.

Commenti

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.