Sigilli a un capannone di Corsico per ricettazione di alimenti senza documentazione

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Milano hanno sequestrato circa 170 mila confezioni di derrate alimentari di provenienza furtiva denunciando due soggetti colti in flagranza di reato.


In particolare, nell’ambito dell’attività di controllo economico del territorio, i Baschi Verdi del Gruppo Pronto Impiego di Milano, mentre si trovavano ad operare nel comune di Corsico, notavano due individui, un turco e un italiano che prelevavano merce da un magazzino per poi caricarla su un furgone.


Insospettiti dall’atteggiamento dei due soggetti, i Finanzieri, dopo essersi avvicinati, constatavano immediatamente che tra gli stessi era in corso una compravendita di derrate alimentari prive di qualsiasi documentazione amministrativo/contabile.


Conseguentemente le Fiamme Gialle individuavano all’interno del capannone
notevoli quantità di generi alimentari detenute in assenza di documenti idonei a giustificarne la provenienza. Il cittadino di origine turca, titolare del contratto di locazione del magazzino, da subito dichiarava di non avere partita iva e di vendere saltuariamente merce alimentare per sopravvivere.

tap gym

L’enorme quantitativo di merce della stessa tipologia e la mancanza di disponibilità
economica dell’indagato per poter acquistare lecitamente quanto rinvenuto, ha determinato i militari a ritenere che la merce fosse di provenienza furtiva, anche in considerazione del crescente fenomeno dei furti perpetrati ai danni dei grandi magazzini e degli autotrasportatori.


Il magazzino e la merce sono stati sequestrati e i due soggetti sono stati denunciati a piede libero per il reato di ricettazione.

Cristina Garavaglia 1155 Articoli
Giornalista

Commenti

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.