Milano città violenta? Dipende, ma non ci siamo lontani

Milano è una città violenta? O meglio, alla fine del lock down è aumentato il livello di aggressività delle persone? È una domanda che è necessario farsi dato che ieri, semplice mercoledí di luglio, in cui non faceva neppure molto caldo, si sono verificate 15aggressioni talmente violente che hanno comportato il trasporto in ospedale della vittima. Sono molte, per una città in cui gli abitanti milanesi sono per carattere considerati cosí schivi e riservati da evitare persino di abbracciarsi quando ci si saluta. I freddi milanesi hanno iniziato a pestare il prossimo con rabbia e violenza?

Qualcuno potrebbe commentare con un “magari” tanto la mancanza di reattività del milanese è considerata esagerata. Il milanese vero non considera il contatto fisico come dimostrazione di affetto o di rabbia. O di violenza.

Ieri a Milano

Secondo le notizie diffuse da Areu abbiamo la prima aggressione a mezzanotte in vile Certosa, una donna finisce in ospedale in codice verde. Poco dopo, mezzanotte e mezza un giovane di 27 anni è aggredito in via Curio Dentato. Il 118 lo porta in codice giallo al pronto soccorso dell’ospedale San Paolo. Intervengono anche i carabinieri. Spunta il sole e alle 8.14 in via Fleming un uomo di 56anni è ferito a coltellate. Interviene la questura. Il ferito è portato in codice verde all’ospedale San Carlo.

11.53. via della Ferrera. L’aggressione è contro due uomini di 36 e 37 anni che vendono portati in codice verde ai pronto soccorso degli ospedali Fatebenefratelli e San Paolo. Intervengono in forze polizia di stato e polizia locale. Alle 15.30 una donna di 49anni è aggredita in stazione Centrale. La portano all’ospedale Fatebenefratelli in codice verde. Interviene la Polfer.

Poi ancora in stazione Centrale alle 17.35. Un uomo di 30 anni finisce al Pronto Soccorso dell’ospedale Fatebenefratelli in codice giallo. Intervengono i carabinieri. 18.25… in viale Abruzzi. La ferita è una donna di 48 anni. La portano in codice verde al Pronto Soccorso dell’ospedale Fatebenefratelli. Sui fatti interviene la polizia di stato.

Poi un 27enne alle 19 in via Poma, un 60enne alle 21.25 in via Grazioli per arrivare poi al fatto più grave. L’aggressione, in via Gallura, di un 27enne che soccorso, è trasportato in codice rosso all’ospedale Humanitas di Rozzano. Aveva perso i sensi durante l’aggressione, ma li ha ripreso poco dopo. Sul fatto è intervenuta la polizia di Stato. Si tratta di un giovane senegalese aggredito da 3persone. Il motivo è tutt’ora sconosciuto.

Non è finita. Alle 23 50 un giovane di 21 anni è aggredito in viale Romagna. Finisce al Pronto Soccorso dell’ospedale di Città Studi, in codice verde. Sul posto i carabinieri della compagnia di Milano. Poi, passata la mezzanotte, viene trovato un uomo massacrato a bottigliate in corso di Porta Ticinese. E questa mattina si contano, a Milano, già 5 interventi di ambulanze e forze dell’ordine per fatti di violenza.

Ogni episodio è una storia a sé ma, presa la situazione nel generale, Milano e i milanesi sono diventati improvvisamente violenti?

Ilaria Maria Preti 5173 Articoli
Metà Milanese e metà Mantovana, sono il Direttore responsabile di Co Notizie -Zoom News. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker di Radio Padania libera. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Editor Specialist

Commenti

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.