L’addio a Raffaella Carrà, la showgirl più famosa d’Italia

L’annuncio della morte di Raffaella Carrà, 78 anni compiuti lo scorso 18 giugno, è stato dato da Sergio Iapino con un breve comunicato all’Ansa. “Raffaella ci ha lasciati. E’ andata in un mondo migliore, dove la sua umanità, la sua inconfondibile risata e il suo straordinario talento risplenderanno per sempre”. La notizia è stata diramata poco dopo la sua morte, avvenuta oggi alle 16.20.

Promozioni

Intanto che scriviamo su twitter si rincorrono i messaggi di tristezza di chi la ha conosciuta e ammirata. Per tanti Raffaella Carrà, il cui vero nome era Raffaella Maria Roberta Pelloni, rappresentava un’icona, uno stile di vita e si spettacolo. A partire dalla fine degli anni ’60 con l’avvento della televisione, prima in bianco e nero e poi, solo dagli anni ’80, a colori, Raffaella Carrà ha regalato serenità, con il ballo e con le sue canzoni.

Promozioni

Bed & breakfast La Scala a Rho

Raffaella Carrà: “Com’è bello far l’amore da Trieste in giù”

Gli spettacoli televisivi leggeri e di successo sono stati tanti, da Canzonissima a Caramba che sorpresa, ma ci si ricorda di Raffaella Carrà anche per la sfida ai tabù degli anni ’70, ironica e divertente, con il Tuca Tuca, o interpretando canzoni solo all’apparenza semplici, come Tanti auguri”, cantata da intere generazioni senza mai passare di moda. Una canzone che da sola ha fatto di più per la liberazione sessuale della donna di tutte le manifestazioni delle femministe di quei tempi, “Tanti auguri” è un’inno all’allegria del sesso. Il suo fu il primo ombelico scoperto della tv.

Promozioni

Raffaella Carrà era conosciuta internazionalmente quando tutti guardavano alle star americane come le uniche che si potessero guardare. Lo scorso novembre The Guardian scriveva di lei. “Mina, a virtuoso-like mezzo-soprano; Milva, known as Milva “the Red” because of her political leanings and fiery mane, celebrated for interpretations of Brecht and Weill; Patty Pravo, an androgynous alto; and Giuni Russo, who sublimated operatic technique into pop, and had a five-octave range. Carrà outpaced them all.”

Promozioni

( Mina era una mezzosoprano virtuoso; Milva, detta Milva “la Rossa” per le sue inclinazioni politiche e i suoi capelli rossi, era celebrata per le sue interpretazioni di Brecht e Weill; Patty Pravo, un contralto androgino; e Giuni Russo sublimava la tecnica operistica portandola nel pop, e aveva un’estensione di voce di cinque ottave. Raffaella Carrà le ha superate tutte).

Raffaella Carrà, l’attrice

E’ difficile scrivere l’addio di un’artista così completa e simpatica. All’ultimo momento viene in mene una scenetta, un balletto di canzonissima, una canzone o una commedia brillante, oppure una triste. Raffaella Carrà aveva iniziato la carriera come attrice, ha recitato in I compagni di Mario Monicelli, ma anche nel il colonnello Von Ryan, con Frank Sinastra.

Promozioni

Promozioni
Ilaria Maria Preti 5177 Articoli
Metà Milanese e metà Mantovana, sono il Direttore responsabile di Co Notizie -Zoom News. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker di Radio Padania libera. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Editor Specialist

Commenti

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.