Come scegliere uno smartphone per giocare online

gioco online per smartphone

Se una volta a dominare la scena nel settore dei videogiochi c’erano solo ed esclusivamente le console portatili, come ad esempio PSP, PS Vita e Nintendo DS. Al giorno d’oggi, invece, questo mercato è cambiato completamente, visto che anche gli smartphone hanno un ruolo sempre più importante per quanto riguarda il gioco, in modo particolare quello online.

Sempre più utenti che sono letteralmente affascinati dal gaming online, infatti, hanno
dimostrato di apprezzare gli smartphone come strumento perfetto per poter gestire l’accesso e le proprie attività ludiche online. Certo, anche la scelta del portale è diventata
fondamentale e da non sbagliare, soprattutto perché creare un conto di gioco su una
piattaforma affidabile e sicura permette di evitare ogni tipo di preoccupazione.

Non solo sicurezza, ma anche convenienza, dal momento che c’è la possibilità di trovare i migliori bonus casino senza deposito immediato, in maniera tale da cominciare a puntare e a scommettere senza usare soldi propri.

I fattori da seguire in fase di scelta

Come dicevamo in precedenza, sul mercato si è affermato un numero sempre maggiore, nel corso degli ultimi tempi, di smartphone sviluppati e progettati appositamente per il
gaming online
. Ci sono, ormai, device che si adattano un po’ a ogni tipo di esigenza,
comprese quelle degli utenti che non si possono permettere di spendere tanto.

Uno dei primi elementi che vanno tenuti in considerazione in fase di scelta è sicuramente
rappresentato dallo schermo. Il display è uno di quegli aspetti che più balzano all’occhio nel momento in cui si prende in mano uno smartphone di qualsiasi tipo. In ambito gaming, è ancora più importante, visto che andrà a condizionare la qualità dell’esperienza di gioco in termini visivi e di grafica.

Tra i migliori consigli da seguire troviamo senz’altro quello di optare per smartphone dotati di pannello AMOLED o anche OLED, che siano dotati di neri piuttosto profondi e una resa dei colori soddisfacente. Dal punto di vista della risoluzione, invece, è necessario puntare sempre a conservare un corretto bilanciamento tra l’autonomia e la qualità. Di conseguenza, sarebbe sempre meglio scegliere la risoluzione Full HD+.

Importanti anche le dimensioni dello schermo, come si può facilmente intuire. Gli
appassionati di gaming da smartphone dovranno sempre poter contare su uno schermo
con superficie maggiore di 6.3 pollici
. In questo modo, si potranno apprezzare con molta
più precisione ed efficacia i vari dettagli del titolo a cui si sta giocando.

Il processore e non solo…

Tra gli altri elementi che vanno valutati in modo approfondito prima di scegliere uno
smartphone da gaming, troviamo senz’altro il processore. Nel corso degli ultimi anni,
abbiamo assistito a una vera e propria evoluzione e rivoluzione a livello di processori, che
sono progrediti tantissimi soprattutto sotto il profilo della potenza pura.

Culture digitali

Non solo, dal momento che le nuove generazioni di processori offrono la possibilità anche di diminuire i consumi di energia, in maniera tale da aumentare il tempo disponibili per le sessioni di gioco. Non solo, dal momento che con l’arrivo della nuova tecnologia 5G, le
partite sul web diventeranno ancora più veloci, azzerando ancora di più i lag.

Tra gli altri elementi che devono essere oggetto di valutazione troviamo sia la RAM che la memoria interna. Ormai, la fascia media degli smartphone da gaming può vantare
quantomeno 6 GB di RAM. Gli smartphone appositamente sviluppati per il gaming online, invece, riescono a raggiungere anche i 12 GB di RAM.

Spostando l’attenzione nei confronti della memoria interna, invece, c’è sicuramente maggiore soggettività e libertà di scelta. Al giorno d’oggi, il top è rappresentato dalle memorie UFS 3.0, con una soglia minima che deve essere pari a 128 GB: importante verificare sempre la presenza della possibilità di espandere tale memoria mediante una micro SD.

Alessandra Gornati 144 Articoli
Mi piace leggere, mi piace scrivere, ma amo la privacy. Vivo in un piccolo Comune, e questo mi condiziona. Si potrebbe dire che amo parlare di quello che capita agli altri, ma se parlano di me, mi sembra di mettermi in mostra e sono in imbarazzo. Pensa a me come ad una donna timida e invisibile, senza misteri ma molto ricca nell'anima. Quello che do al mondo, lo do con le mie parole.

Commenti

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.