MilanoMilano città metropolitanaPiazza RisorgimentoPorta MonfortePorta Venezia

Incendio scuola Pisacane. Sopralluogo dei tecnici comunali

Milano. La notte tra il 28 e il 29 dicembre la scuola di via Pisacane, sede dell’istituto omnicomprensivo Pisacane Poerio ha preso fuoco. Un primo sopralluogo dei vigili del fuoco aveva dichiarato inagibile l’edificio. Questa mattina si è svolto il sopralluogo dei tecnici comunali e di MM. Lo scopo era controllare lo stato dei luoghi. Sono stati accompagnati dalla preside e dall’assessore all’Edilizia Scolastica Paolo Limonta.

Annunci

Alla conclusione del sopralluogo il Comune di Milano ha quindi fatto sapere che nessuna aula e nessuno spazio adibito alla didattica è stato coinvolto dall’incendio. Nel comunicato diffuso si dice anche che durante l’incendio sono stati gravemente compromessi due uffici della segreteria e una parte di corridoio attiguo, ma fortunatamente la zona si potrà facilmente isolare e che nei prossimi giorni saranno effettuate tutte le verifiche statiche nelle zone interessate dall’incendio per capire l’entità del danno.

Annunci

L’amministrazione comunale di ha detto anche che sono già stati presi i contatti per la pulizia di tutte le aule non toccate dall’incendio, ma che sono state invase da fumo e fuliggine e che sarà necessario qualche giorno per capire quando sarà possibile il ritorno a scuola in sicurezza.

Annunci

Poi un chiarimento dell’assessore all’istruzione Limonta “L’incendio è un brutto colpo per la scuola ma può contare sul sostegno dell’Amministrazione comunale che si è immediatamente attivata, così come su quello della dirigente scolastica e dei docenti che già oggi erano a scuola per dare il loro contributo alla sistemazione degli spazi. L’obiettivo primario è ovviamente garantire il rientro delle bambine e dei bambini nel più breve tempo possibile”.

Quindi i bambini difficilmente rientreranno a scuola alla ripresa delle lezioni

Non è difficile comprendere, quindi che i danni dell’incendio sono stati pesanti e che non è garantito il rientro dei bambini per la data di ripresa delle lezioni. Rimane da chiarire, perlomeno a noi giornalisti cosa può aver causato l’incendio di una scuola in tempo di vacanze. Non che sia difficile immaginarlo. La segreteria di una scuola è piena di carta, e basta aver dimenticato acceso un qualsiasi apparecchio elettrico perchè si possa scatenare il fuoco.

Annunci

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.