GiambellinoMilanoMilano città metropolitana

Casa Aler disabitata usata come magazzino della droga

Milano. I residenti delle case popolari di via Giambellino avevano segnalato uno strano andirivieni da un appartamento che avrebbe dovuto essere disabitato. L’assegnatario infatti era morto da qualche tempo. Gli uomini della squadra mobile di Milano hanno quindi deciso di effettuare una ispezione insieme ai tecnici dell’Aler, e ne è venuto fuori un sequestro sostanzioso di stupefacenti.

Annunci

Droga, ricetrasmittenti e armi

Le costanti segnalazioni degli abitanti di via Giambellino avevano quindi ragione. L’appartamento al numero civico 58 era utilizzato come magazzino per la droga. Le forze dell’ordine hanno aperto l’appartamento il 26 febbraio intorno alle 19 e hanno trovato di tutto. C’erano 6mila euro in contanti, 3,5 kg di hashish, 1,5 kg di marijuana e 1kg di cocaina. Poi c’erano presse e altro materiale per il confezionamento.

Annunci

Oltre alla droga nell’appartamento c’era una busta con un revolver calibro 38 dalla matricola abrasa con 37 proiettili, anche se nessuno era nel caricatore. C’era anche una radio ricetrasmittente calibrata sulla frequenza analogica della polizia. Su questi due ultimi ritrovamenti saranno effettuate altre indagini. Sarà soprattutto controllato, tramite le prove di sparo, se il revolver è stato utilizzato in qualche altro caso. l’appartamento, invece, è stato riconsegnato agli ispettori dell’Aler che hanno posto i sigilli. Una volta ripulito sarà riassegnato.

Annunci

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.