Truffa in via Meroni, a Corbetta. Rubano oro

La truffa ai danni di una coppia di anziani residenti in via Meroni si è consumata nella mattinata di venerdì 21 febbraio 2020.

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

Un finto tecnico dell’Enel si è fatto aprire il cancello di una palazzina, è penetrato nell’abitazione posta al primo piano e ha rubato l’oro con la scusa di dover mettere a posto le prese della corrente.

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

Culture digitali

Il malfattore potrebbe essere della zona in quanto ha spiegato a una delle sei famiglie che abitano nel caseggiato che il malfunzionamento di uno dei lampioni della via era da imputare ai lavori di ristrutturazione che si stanno compiendo in una villetta posta nella via perpendicolare a via Meroni. Tutte informazioni esatte di per sè: la ristrutturazione e il malfunzionamento del lampione.

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

Il truffatore ha poi spiegato ai condomini che tali guasti avrebbero potuto provocare corto circuiti agli apparecchi elettrici e che per tale motivo avrebbe dovuto entrare in casa e controllare le tv. Si è fatto così aprire la porta da una coppia di anziani coniugi

Una volta entrato in casa, ha smontato prese elettriche e ha creato scompiglio. E’ poi riuscito a rubare loro dell’oro.

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

Voleva quindi salire ai piani alti ma è stato “sbugiardato” da chi gli ha invece chiesto di far vedere il tesserino che risultava sì al collo dell’individuo ma non corretto.

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

La descrizione del malfattore

Si tratta di un uomo bianco con accento italiano, forse con qualche inclinazione meridionale. L’altezza si aggira sul metro e 70 centimetri. Capelli corti a spazzola, tendenti al bianco. Al memento del fatto era vestito con pantaloni blu taglio jeans, un maglione blu in tinta e un giubbito cartarifrangente arancione con profili chiari senza alcuna indicazione della società per la quale il truffatore vantava di lavorare.

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

Nessun tatuaggio evidente, sbarbato, con occhiali da vista e montatura arrotondata. Un braccialetto color argento con placchetta al polso e sull’altro braccio un orologio di acciaio non troppo grande. Questa la descrizione fornita dai testimoni che hanno già denunciato alle forze dell’ordine.

Un’utilitaria nera

Una volta che al malfattore è stato chiesto di mostrare il tesserino e si è sentito sbugiardato, si è affrettato a salire a bordo di un’ultilitaria nera, forse una Citroen C3. E’ salito dal lato della guida, il che fa presumere che abbia agito da solo.

E’ importante segnalare

Chiunque venisse contattato da questa persona o la vedesse in giro, è invitato a contattare i Carabinieri al numero 112 oppure alla caserma corbettese 02.977946.

Cristina Garavaglia

Cristina Garavaglia

Giornalista

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.