Sequestro di botti illegali a Milano. Basista a Rozzano

La Guardia di Finanza di Milano, dopo un’operazione di intelligence, è riuscita a decapitare una banda di produttori e venditori di botti illegali. Ben 740 i chili di materiale pirotecnico sequestrato, di foggia artigianale.

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

La proposta di vendita avveniva su internet da parte di chi usava pseudonimi e avatar. Dal numero dei loro cellulari, i militari della GdF sono riusciti a vederci più chiaro.
I venditori davano infatti appuntamento ai potenziali clienti per strada. L’appuntamento veniva fissato telefonicamente.
In via Padova, l’abitazione di riferimento di uno dei soggetti che hanno offerto su internet i botti. Qui i militari hanno trovato 10 chili di botti illegali.

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

Culture digitali

A Rozzano

A Rozzano il sequestro di quantitativo maggiore: ben 105 chili di botti illegali (gran parte di fabbricazione illegale) trovati sulla vettura di uno dei presunti fornitori, che si trovava fermo in un parcheggio e con tutta probabilità in attesa del potenziale acquirente o rivenditore.
Da qui la perquisizione a un capannone facente capo a una terza persona, dove sono stati ritrovati 345 chili di botti illegali.
Arrestato chi gestiva il magazzino e denunciati i tre uomini coinvolti nella vicenda.

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

Bed & breakfast La Scala a Rho

A Rozzano un negozio con botti non a norma

Sempre a Rozzano, in uno degli esercizi commerciali della città, sono stati trovati 280 chili di fuochi artificiali, detenuti senza l’autorizzazione e inoltre in condizioni pericolose. Per il titolare la denuncia e il sequestro del materiale esplosivo.

Cristina Garavaglia

Cristina Garavaglia

Giornalista

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.