MilanoMilano città metropolitanaPorta Venezia

Chiama aiuto al 112. La arrestano assieme al compagno nell’armadio

Milano. Via Casati. Due pregiudicati albanesi chiamano i carabinieri per una lite e sono arrestati per spaccio, detenzione di armi, resistenza e violazione delle norme sull’immigrazione. Una storia davvero singolare.

Annunci

. Chiama aiuto al 112. La arrestano assieme al compagno nell'armadio - 01/10/2019
bilancini e erba sequestrati

Parliamoci chiaro. L’Arma ispira fiducia. Tutto il sistema lombardo relativo ai soccorsi ispira fiducia, dà sicurezza e rifugio alle vittime, difende i deboli, stranieri o italiani che siano, persino quando la vittima è un delinquente. Il messaggio è passato così bene, ed è giusto sia così, che alle volte ci si trova di fronte a storie che strappano il sorriso e che sembrano quasi delle barzellette. Messe al sicuro la vita e l’ incolumità dei più deboli, ci si può lasciare andare anche alle risate sull’assurdità di certe situazioni che si creano proprio perchè la fiducia nell’istituzione è alta.

Annunci

Fuga dall’armadio e rientri illegali

Questa notte una donna albanese ha chiamato il 112. Ha litigato con il compagno e teme che lui possa farle del male. Immediatamente una gazzella della radiomobile dei carabinieri è inviata in via Casati. Qui i carabinieri trovano la donna che racconta che il compagno, che la minacciava, quando aveva sentito che lei aveva chiamato il 112 si era chiuso nell’armadio, in camera da letto. Quando i carabinieri sono entrati nella stanza e hanno provano ad aprire l’armadio, l’albanese che vi ci si era rinchiuso ha spalancato le porte e ha tentato di fuggire spintonando i militari.

Annunci

Una volta bloccato e accusato di resistenza a pubblico ufficiale, i militari hanno perquisito la stanza e trovato, ben nascosto, un pacco con 1 kg di marijuana, 4 bilancini e il materiale per il confezionamento dello stupefacente. L’uomo è stato quindi accusato anche di detenzione e spaccio di stupefacenti oltre che di maltrattamenti nei confronti della compagna. E’ stata arrestata anche lei, per violazione delle norme sull’immigrazione. Aveva diversi precedenti penali, come il suo compagno, ed era stata espulsa dall’italia e poi era rientrata illegalmente. Ambedue sono stati quindi portati nelle camere di sicurezza di via Montebello, in attesa del giudizio per direttissima e della riespulsione dal territorio italiano.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.