Milano

Coltivava Marijuana. Tenta di giustificarsi esibendo il certificato medico (Video)

Milano, Via Ricciarelli. Aveva una piantagione di marijuana in casa. Gli agenti insospettiti dall’odore che si era sparso per strada si presentano alla porta. Lui mostra un certificato medico che gli permette l’uso di o,4 grammi al giorno di cannabis terapeutica, per calmare i dolori della protesi al ginocchio. In una stanza c’erano 30 piante .

Annunci

Si potrebbe parlare di una produzione fai da te per utilizzo personale con l’aggravante di un gran pollice verde, se non fosse per il numero di piante coltivate, per l’attrezzatura per gli innesti, per la vera e propria serra organizzata, oltre che per il 1,100 kg di Marijuana e i 160 grami di hashish già divisi in dosi pronte per la vendita, ritrovati in casa.

Annunci

Gli agenti del commissariato Bonola hanno raccontato che stavano passando nelle vicinanze del cortile di uno dei condomini di via Ricciarelli, quando hanno avvertito il forte odore della Marijuana. Una vera e prorpia zaffata è arrivata da alcune finestre. Nell’appartamento, hanno trovato un 51enne italiano, pregiudicato per reati simili, molto nervoso. L’uomo, per giustificare l’odore, ha presentato un certificato medico che gli permetteva di consumare alcuni grami al giorni di cannabis terapeutica. Gli agenti erano però perplessi. L’uomo ha quindi finto di collaborare, consegnando un barattolo contenentefoglie essicate di Marijuana.

Annunci

Fiuto investigativo

I poliziotti non si sono però lasciati prendere per il naso e hanno iniziato a perquisire l’appartamento, seguendo la scia dell’odore dell’erba. Difatti hanno immediatamente trovato la stanza adibita a serra,
con impianti di illuminazione e areazione. Lì erano coltivate 30 piante di marijuana, in perfetto stato vegetativo e meticolosamente etichettate. Il 51enne è stato quindi arrestato per detenzione e spaccio di stupefacenti.

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.