Milano

La polizia prende uno stupratore alla Comasina

Milano. Questa mattina il vicequestore Antonio D’Urso ha presentato le indagini che hanno condotto alla identificazione e cattura di un 22enne equadoregno che, la notte del 24 marzo, ha stuprato una giovane 18enne, in un giardino cittadino

Annunci

Una indagine difficile. Si è basata soprattutto sull’acquisizione di​ filmati dalle telecamere della metropolitana, da testimonianze incrociate e dall’analisi dei reperti scientifici, perchè la giovane vittima non ricordava assolutamente nulla di quanto era successo.

Annunci

Tutto è iniziato durante una serata in discoteca in compagnia di amici,in zona Brenta. All’uscita, 9 giovani, tra cui la vittima e il suo aggressore, si sono recati in un giardinetto non troppo lontano per contnuare a bere. La giovane era già sotto il forte effetto di alcool e forse di altre sostanze. Stava male ed era semi incoscente. Quando la compagnia si è sciolta uno di loro si è offerto di occuparsene e di portarla a casa. Quando gli amici se ne sono andati è iniziata la violenza.

Annunci

Una donna che abita nei pressi ha però sentito la ragazza urlare e si è affacciata alla finestra assistendo alla scena di violenza. Ha chiamato immediatamente il 112 e sul posto è arrivata una volante della polizia. Gli agenti hanno trovato il giovane, che hanno portato in questura per l’identificazione, eanche lui abbastanza ubriaco, e la ragazza che stava male. La giovane è stata accompagnata all’ospedale Mangiagalli, dove hanno confermato la presenza di liquido seminale all’interno dei suoi organi. La vittima è rimasta incosciente sino al giorno seguente e quando ha parlato con le forze dell’ordine non è stata in grado di raccontare quanto successo. Da qui la necessità di ricostruire i fatti attraverso altre prove.

Sabato mattina, conclusi gli accertamenti, l’autorità giudiziaria ha dato disposizione per l’arresto del 22enne che è stato posto agli arresti domiciliari.

Annunci

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.