Tradire la moglie è pericoloso. Si può finire in carcere…

marijuana

Milano – Tradire la moglie può ancora condurre al carcere, specie se lei chiama la polizia e ci sono in casa odori inconfondibili. Le due donne si accapigliano ma arrestano il marito

Promozioni

Una donna torna a casa all’improvviso, intorno alle 23 di ieri sera, e trova il marito a letto con un’altra donna. Il quartiere è uno dei quartieri residenziali di Milano. Scoppia un lite furibonda. Lei minaccia di buttare fuori di casa ĺa rivale, nuda e cruda, ma la donna non vuole andarsene. Si accapigliano, urla e minacce, e la moglie, per ottenere il risultato, chiama il 112.

Promozioni

Arriva la pattuglia della polizia di stato. Gli agenti sono convinti di dover sedare una lite fra donne. Poi, però, mentre tentano di calmare le due donne, uno dei poliziotti sente il tipico odore di erba fresca. Non si capisce da dove proviene e quindi chiamano i rinforzi. Oltre a calmare le due donne c’è la casa da perquisire. Infine, in camera da letto, salta fuori un sacchetto con 300 grammi di Marijuana e 700 euro in banconote di vario taglio.

Promozioni

La polizia quindi arresta il marito fedigrafo per detenzione di stupefacenti. Tradito dalla Marja ma alla fine fortunato. Andare in carcere è un’ottimo modo per sfuggire alla furia di due donne arrabbiate.

Promozioni

Culture digitali

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 5328 Articoli
Metà Milanese e metà Mantovana, sono il Direttore responsabile di Co Notizie -Zoom News. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker di Radio Padania libera. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenti

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.