Furti a ripetizione e in preparazione. Attenti al gasolio e attenti agli zingari

Ossona – Furti e di tentati furti nel lungo week end dal 24 aprile. I colpevoli probabilmente gruppi di zingari. Nel pomeriggio di domenica 30 aprile hanno anche tentato di rubare il gasolio dal serbatoio di un furgone. Cosa scopriremo il 2 maggio?

Pubblicità

furti in appartamento ossonaVia Tagliamento

Il ponte lungo è iniziato male a Ossona, a partire dalla notte fra il 25 e il 26 aprile quando dei ladri, probabilmente zingari, sono entrati in un appartamento di via Tagliamento svaligiandolo. In casa non c’era nessuno. I proprietari erano via per breve vacanza. Ad accorgersi della spiacevole visita de i ladri è stata una vicina che fa parte del gruppo di chat whasapp Ossona sicura. Non appena ha visto le inferiate divelte, alle 8.30 del mattino, ha chiamato i carabinieri e la vicina di casa.

Pubblicità

Quindi avvisato anche la chat Ossona Sicura. Dopo aver chiamato i carabinieri li ha attesi per più di due ore, mentre era in continuo contatto con volontari. Qualche notte prima un gruppo di ladri, anche in questo caso con tutta probabilità abitanti dei campi zingari, aveva attaccato un altro appartamento, sempre in via Tagliamento. In casa c’era una ragazza, da sola, che stava dormendo. Fortunatamente hanno fatto rumore, lei ha il sonno leggero e si è svegliata. Ha acceso tutte le luci di casa. I ladri sono scappati. Del fatto si è saputo solo il mattino seguente.

Via Foscolo

Nel pomeriggio del 16 aprile, introno alle 13.30, un altro furto. Questa volta in via Foscolo, nel parcheggio dell’asilo nido comunale. Hanno rubato una borsa gialla dall’automobile di una mamma che stava accompagnando il bimbo al nido. Anche in questo caso i primi sospettati sono abitanti di uno dei campi zingari. Una donna sola con un bimbo da portare velocemente al nido, una automobile da chiudere, tende a lasciare la borsa in automobile perchè ha le braccia già occupate dal piccolo. Inoltre, per lasciare il piccolo nelle braccia dell’insegnante ci vuole un po’ di tempo. Ecco perchè la sua auto diventa un preda facile per dei bastardi che si appostano nei dintorni. I ladri tengono d’occhio il parcheggio degli asili nido e della scuola materna nei momenti di entrata e uscita dei bimbi.

Pubblicità

agroalimentari a filiera corta Cooperativa del Sole

Via Patrioti

Ieri pomeriggio, in via Patrioti, altezza del 121, un giovane ha visto due ragazzotti vicini al suo furgone. Mentre si è avvicinava i due si sono velocemente allontanati. Arrivato al furgone ha trovato il tappo del serbatoio svitato. Gli è andata bene, ma la presenza in paese dei due ladri, che  sono stati descritti come zingari, non fa ben sperare. Non se ne andranno fino a che non avranno risucchiato abbastanza carburante dalle auto, dai furgoni e dai camion in sosta per strada. E’ già successo che Ossona si svegliasse con diverse auto danneggiate e da cui era stata rubata la benzina. Era successo in una delle traverse di via Roma.

I carabinieri

In questi giorni di ponte lungo la polizia locale può essere meno presente in paese. Per cui in caso di furto o tentato furto bisogna chiamare il 112 e i carabinieri. Purtroppo ci sono delle difficoltà.  Ad esempio per il furto del 26 aprile son stati chiamati alle 8.30 e sono arrivati intorno alle 11. Conosciamo le difficoltà che incontrano e danno per scontato che, prima di andare in via Tagliamento, abbiano fatto il giro dei campi rom della zona (e sono tanti). Sappiamo che è la prima cosa che i carabinieri fanno quando hanno notizia d un furto in appartamento. Infatti qualche possibilità di sorprendere i colpevoli con ancora il bottino in mano passa proprio dalle visite ai campi rom. Purtroppo, forse, lo sanno anche gli accampati in quelle lorderie, perchè da un po’ di tempo questa soluzione non funziona più molto bene. Forse i ladri hanno organizzato altri posti in cui andare a dividersi il bottino dopo un furto.

Pubblicità

Bed & breakfast La Scala a Rho

Le istituzioni

Senza quindi accusare i carabinieri di mancata solerzia, bisogna però dire che la cittadinanza di Ossona non è stata favorevolmente colpita dalla tempistica di intervento. Si continua a ripetere ai cittadini di chiamare le forze dell’ordine per qualunque necessità, ma queste tempistiche non aiutano a incrementare la fiducia e la necessaria collaborazione. Inoltre c’è anche chi, nelle istituzioni, continua a ripetere che i volontari di Ossona sicura non sono necessari. Rendono difficile l’operatività allungando i tempi di cooperazione. Forse c’è qualcuno, nelle istituzioni, che dovrebbe attentamente ripensare alle parole che ha detto e agli atti che ha compiuto. Dovrebbe cominciare, probabilmente, a prendersi la responsabilità di quanto succede a Ossona. E fare dei passi indietro sulle posizioni prese finora.

Maila

Maila

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenta qui