Ossona, imposta sui rifiuti triplicata pesa sulle famiglie

Ossona, imposta sui rifiuti triplicata pesa sulle famiglieA Ossona in questi giorni stanno consegnando le lettere del comune con il calcolo dell’imposta dei rifiuti. Al 16 giugno abbiamo pagato la tasi e quindi la tassa sui rifiuti è arrivata come la mazzolata finale sul già difficilissimo fine mese delle famiglie. Una mazzolata davvero pesante, da incazzatura diabolica, perchè la tassa sui rifiuta è aumentata oltre misura e la cifra che si trova nella busta inviata dal Comune ha messo più di una famiglia nelle condizioni di dover scegliere fra il mangiare e il pagare la tassa dei rifiuti. Ovviamente, perchè nessuno è scemo fino al punto da togliere il pane di bocca ai propri figli bambini per pagare le tasse, non saranno tante le famiglie di Ossona che riusciranno a pagare la tassa dei rifiuti entro la fine del mese; non saranno molte neppure quelle che ce la faranno per la fine dell’anno.

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

Non siete quindi i soli che all’apertura della busta del Comune vi siete sentiti morire. Siamo in ottima compagnia. Il momento va superato e al momento dello scoramento deve subentrare quello dell’incazzatura. Per aiutarvi nel passaggio vi racconterò per quale motivo a Ossona la tassa dei rifiuti è così alta, molto più che negli altri paesi. Quando sarete incazzati potrete decidere cosa fare. La tassa così alta dipende da tre motivi.  Governo Renzi, incapacità di gestione politica degli amministratori, struttura del comune di Ossona e scelte di convenzione.

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

Culture digitali

La colpe del Governo Renzi e dei governi locali

La colpa del governo Renzi è quella di aver aumentato tantissimo le tasse e aver tagliato i trasferimenti ai Comuni. Lo hanno fatto scientemente: i soldi vanno tutti a Roma e non tornano più indietro per garantire il pagamento di parte dei servizi, così i Comuni devono tassare nuovamente i cittadini se si vogliono pagare le fatture e le convenzioni. Lo stato si prende una parte della Tasi e ha imposto ai comuni che la fattura per lo smaltimento dei rifiuti devi essere coperta al 100% dai proenti della tassa ui firiuti. In questo caso la soluzione è facile: bisogna far cadere il governo e cambiarlo. Sono anni che si sa che si sarebbe arrivati al momento in cui la fattura della raccolta dei rifiuti avrebbe dovuto essere pagata completamente con i proventi della tassa dei rifiuti e nel frattempo gli amministratori locali avrebbero dovuto cercare di calmierare il costo, cioè migliorare la raccolta differenziata, in modo da abbassare il costo del rifiuto incenerito, avrebbero dovuto rivedere le convenzioni, magari associarsi con un altro comune per la gestione della piazzola ecologica ( che non è ancora stata costruita), in modo da suddividerne i costi di gestione,  e avrebbe dovuto pensare a come migliorare le condizioni delle convenzioni con le aziende che gestiscono  la raccolta, e diminuire gli interventi straordinari per ripulire prati e campi dai rifiuti lasciati dagli incivili. Insomma avrebbero dovuto cercare di applicare tutti i sistemi possibili per abbassare il costo della raccolta e smaltimento rifiuti. Infatti più è basso il costo della fattura, meno paghiamo di tassa. Come notato, invece, la tassa sui rifiuti è aumentata più che negli altri Comuni

PUBBLICITA' E ANNUNCI PER L'AUTONOMIA DEL NOSTRO GIORNALE

 

 

Ilaria Maria Preti

Ilaria Maria Preti

Metà Milanese e metà Mantovana, sono il Direttore responsabile di Co Notizie -Zoom News. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker di Radio Padania libera. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

2 pensieri riguardo “Ossona, imposta sui rifiuti triplicata pesa sulle famiglie

  • Avatar
    21/06/2015 in 00:39
    Permalink

    Spesso vengono evidenziate, giustamente, le colpe del governo Renzi ed anche quelle di certi governi locali. Non si parla mai invece delle colpe del governo regionale che più ci interessa. Maroni è diventato presidente della Regione Lombardia solo per aver promesso di trattenere il 75% delle tasse che vanno a Roma. Se avesse mantenuto la promessa tutti i problemi che quotidianamente vengono elencati in questo blog probabilmente non esisterebbero.
    Facile vincere le elezioni promettendo cose inattuabili…Tsipras insegna.

  • Maila
    21/06/2015 in 19:47
    Permalink

    La prossima primavera si andrà a votare per il referendum sull’autonomia della Lombardia, atto che darà il via al procedimento per trattenere in Lombardia il residuo fiscale attraverso le leggi esistenti. Si tratta di 50 milardi in piùogni anno che la Lombardia tratterrà. il residio fiscale a 50 miliardi di euro rappresenta circ il 94% dele tasse pagate in lombardia. Esiao al secondo annodi legislatura lombarda… Direi chesi è sulla strata buona per ottenere persino di più del 75% promesso.

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.