Il ladro della lavanderia è già a piede libero

Beccato il ladro della lavanderia tramite FacebookIl cittadino albanese che rubava le monetine del distributore a gettoni della lavanderia a Casorezzo è già libero, ed è stato avvistato nella zona di via per Parabiago. Infatti, dopo l’identificazione e l’arresto, l’uomo ha ricevuto una denuncia a piede libero. Sarà però processato, se nel frattempo non riuscirà a far perdere le sue tracce, ma sarà ancora in grado di effettuare altri furti, se non ha imparato la lezione.

Pubblicità

Una lezione difficile da imparare,per una persona abituata così. Inoltre  non risulterebbe avere un occupazione e una residenza, e sembra non essersi presentato alle organizzazioni di volontariato che distribuiscono viveri  a chiedere da mangiare o di essere aiutato a rimpatriare.

Pubblicità

Bed & breakfast La Scala a Rho

Denunciato, ma a piede libero

Naturalmente che dei giudici vanifichino così, lasciando liberi i ladri, la collaborazione fra forze dell’ordine e cittadini dà fastidio, anche se potrebbe dar fastidio anche il fatto che in prigione mangerebbe comunque a nostre spese. Il processo per direttissima è infatti possibile quando le forze dell’ordine colgono i delinquenti in fragranza di reato e in pochi altri casi. Comunque, ormai tutti conoscono la sua faccia e gli sarà molto difficile continuare a compiere furti, non ha più la piazza. Di certo, per la sicurezza di tutti, sarebbe meglio che non fosse a piede libero in giro a Casorezzo.

Anna Alice

Anna Alice

Ogni persona ha una vita normale e una vita di fantasia, di pensieri e di sogni. Sono una impiegata, una contabile. Ho a che fare ogni giorno con i numeri, e raccontare il mondo con le parole è il mio modo di fuggirne.

4 pensieri riguardo “Il ladro della lavanderia è già a piede libero

  • Avatar
    13/03/2015 in 18:18
    Permalink

    mi meraviglia la tua meraviglia … già tanto che non faccia denuncia per violazione della privacy … avrebbe probabilmente diritto pure ad un risarcimento :-(

  • Avatar
    13/03/2015 in 18:54
    Permalink

    oddio, non è che mi lascio spaventare da così poco, ma se nella foto gli ho confuso un po’ i tratti è proprio per evitar casini a cronacaossona

  • Avatar
    13/03/2015 in 18:56
    Permalink

    in realtà intendevo che siamo così fuori di zucca in questo paese per queste cose che potrebbero condannare quelli della lavanderia per aver divulgato le riprese …

  • Avatar
    13/03/2015 in 19:05
    Permalink

    il rischio esiste concretamente, ma ovviamente, tutto dipende dalla reazione che ptrebbe avere la gente ad una notizia simile

Commenta qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: