OssonaPrima Pagina

Un miracolo del 118. Salvano un neonato in arresto cardiaco

Un miracolo è stato compiuto la settimana scorsa dai volontari del 118 che sono intervenuti a Pozzo d’Adda. Un bimbo nato di sole 28 settimane, un settimino, come si chiamavano un tempo i bimbi nati di sette mesi che nascono troppo alla svelta e prima del tempo, aveva delle chiare difficoltà respiratorie. All’arrivo dei soccorsi dell’ambulanza, il piccolo era in arresto cardiaco. I volontari sono riusciti a effettuare una manovra d’emergenza delicatissima effettuando il massaggio cardiaco con un solo dito. All’arrivo dell’auto medica, il cuore e il respiro autonomo erano fortunatamente già ricominciati e il bambino è stato ricoverato all’ospedale di Lecco, insieme alla sua mamma.

Annunci

la scala Rho b&b

Quasi un miracolo. Ora il bimbo sta meglio

Per trasportarli in ospedale, la mamma è stata fatta sdraiare sulla barella e il bimbo è stato appoggiato sulla sua pancia. La mamma è stata ricoverata insieme al bambino e dovranno passare in ospedale i prossimi due mesi. Le condizioni del bambino sono stabili e, a meno che non succedano altri imprevisti, la sua avventura avrà un lieto fine.
Una delle grandi conquiste della Lombardia nel campo della sanità è che quando è ricoverato un bambino, anche la mamma, o il papà, possono essere ricoverati insieme e restare tutto il tempo con il piccolo. Aver vicino la mamma aiuta i bimbi a recuperare le forze e a superare le malattie più velocemente.

Annunci

la scala Rho b&b

Nota della redazione
I giornalisti di Co Notizie News Zoom lavorano duramente per informare e seguono l'evoluzione di ogni fatto. L'articolo che state leggendo va, però, contestualizzato alla data in cui è stato scritto. Qui in basso c'è un libero spazio per i commenti. Garantisce la nostra libertà e autonomia di giornalisti e il vostro diritto di replica, di segnalazione e di rettifica. Usatelo!Diventerà un arricchimento della cronaca in un mondo governato da internet, dove dimenticare e farsi dimenticare è difficile, ma dove la verità ha grande spazio.
Avatar photo

Ilaria Maria Preti

Giornalista, metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica di Radio Padania. Ora dirigo, scrivo e collaboro con diverse testate giornalistiche, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Specialist e una consulente di Sharing Economy. Il futuro è mio

Commenti, repliche e rettifiche. Scrivi qui quello che hai da dire.