La conferenza dei servizi dice No alla discarica di Eternit

La conferenza dei servizi della Regione Lombardia. che è formata da tecnici che rappresentano i vari enti ambientali, la Regione Lombardia e i sindaci dei Comuni  interessati, oltre che ai rappresentanti delle associazioni dei cittadini, sulla discarica di Eternit  e altri rifiuti contenenti amianto che la ditta Solter aveva chiesto di costruire tra Casorezzo e Busto Garolfo, presso le Cave di Casorezzo, si è svolta oggi e si è conclusa con la negazione del permesso di costruirla da parte degli enti pubblici. Molte le osservazioni contro il progetto da parte dei Comuni e dei cittadini riuniti nel comitato antidiscarica.

Pubblicità

Contro la discarica di amianto fra Casorezzo e Busto Garolfo c'è anche il registro Lombardo dei mesoteliomi

Le ragioni del NO della Conferenza dei Servizi sono dipese soprattutto per il fatto più conclamato, cioè perchè la legge proibisce che le discariche di Eternit possano trovarsi  a meno di 500 metri dal centro abitato. Dalle ultime rilevazioni si è appurato che le ultime case del centro abitato di Busto Garolfo si trovano a circa 400 metri.

Pubblicità

Maila

Maila

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenta qui