Ossona, comincia il cantiere per cambiare i tubi della fogna 2

Entro la fine di settembre 2014, dicono, inizierà il cantiere per la sostituzione dei tubi della fogna dal punto in cui è finito lo scorso cantiere, in via Rimembranze, poco prima di piazza San Cristoforo.

Pubblicità

agroalimentari a filiera corta Cooperativa del Sole

fogne di ossonaLa sostituzioni dei tubi della fogna da 90 centimetri di diametro con alti di diametro di almeno 120 centimetri dovrebbe garantire che non succedano più gli allagamenti che si verificavano regolarmente negli anni scorsi. Questi nuovi tubi della fogna dovrebbero supportare la crescita della popolazione che negli ultimi anni è stata molto alta con la conseguenza che anche gli allacciamenti alla fogna sono aumentati in modo esponenziale.

Pubblicità

Bed & breakfast La Scala a Rho

A dir la verità, pare che i commercianti di Ossona siano stati informati che già da questa estate che la via Rimembranze, la parte finale di via Baracca, Piazza San Cristoforo e via padre Giuliani sarebbero state chiuse al traffico sin dalla settimana seguente alla sagra di San Bartolomeo del 24 agosto.
Non è successo. I lavori sono stati rimandati e ora pare che per il primo tratto, quello della piazza San Cristoforo, potrà iniziare nei prossimi giorni. Se le cose vanno come per il tratto di via Rimembranze il cantiere durerà fra i 30 e i 60 giorni.

Persone vicine all’Amministrazione Comunale di Ossona hanno raccontato a diverse persone che chiedevano informazioni sui lavori e sui cantieri che, tempo atmosferico permettendo, quando finirà il primo tratto di piazza San Cristoforo, inizierà quello del primo tratto  di via Padre Giuliani che arriverà fino al negozio di Agraria e alla via Pascolutti.

Pubblicità

Bed & breakfast La Scala a Rho

A seguire si sostituiranno i tratti di tubi sotto l’ultima parte di via padre Giuliani collegandoli a quelli che escono da piazza Litta. Solo a quel punto, una volta finito con la sostituzione dei tubi della fogna e la fine di tutti i cantieri si rifaranno le asfaltature della strada della piazza. Con un conto approssimativo e pensando che i mesi invernali, oltre ad essere ricchi di festività, sono anche quelli meno adatti a fare i lavori di sostituzione dei tubi e che le ricoperture e le posature degli asfalti non possono essere fatti con le temperature fredde,  ci vorranno circa due anni.

Intanto sul primo tratto di fognatura appena sostituito si incominciano a vedere i primi segni del cedimento dell’asfalto. Difatti la copertura con l’asfalto in via Rimembranze, una volta sostituiti i tubi della fogna, è stato fatto senza preparazione, sulla terra fresca di riempimento appena appena pressata attorno ai tubi. Come è facile intuire, le piogge e il normale assestamento del terreno ha portato la parte dell’asfalto centrale, proprio sopra i tubi della fogna, ad avvallarsi. Sui lati della rappezzatura effettuata dall’impresa edile sono apparsi i primi scalini, che in almeno un caso superano  i dieci centimetri di dislivello fra l’asfalto vecchio e quello appena posato. Queste cose succedono  quando non si fa attenzione che i  lavori siano eseguiti ad arte.
La colpa, però, del cattivo strato di via Rimembranze,  non è esclusivamente dell’amministrazione comunale che comunque non ha controllato. L”appalto per la sostituzione dei tubi della fogna è indetto dalla proprietaria dei tubi, cioè Capholding.

Pubblicità

Maila

Maila

Metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker radiofonica. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una giornalista, e una Web and Seo Editor Specialist

Commenta qui