Falsi documenti d’identità europei per andare a Londra. Arrestati

Foto di repertorio. Aeroporto di Linate, Milano

Milano. Cosa volevano fare i due cittadini albanesi che lo scorso week end volevano lasciare l’Italia e andare a Londra con dei falsi documenti d’identità? Il loro scopo era entrare nel Regno Unito, usufruendo della possibilità riconosciuta ai cittadini dei paesi europei di non dover richiedere prima il visto sul passaporto. Probabilmente immaginavano che sarebbe stato loro rifiutato e hanno tentato di partire dall’aeroporto di Linate con dei falsi documenti.

Pubblicità

Falsi documenti d’identità della Grecia di venerdì

I 2 sono stati fermati e arrestati dalla polizia di frontiera dell’aeroporto di Linate. Ambedue erano diretti a Londra. Il primo, 32 anni, si è presentato al check venerdì 12 febbraio, nel pomeriggio. Al controllo ha presentato una carta di identità greca falsificata. Il documento risultava rubato e la foto era stata sostituita con quella del 32enne albanese. Tramite lo SDI (il sistema digitale interforze) è stato semplice verificare che il nome sul documento non corrispondeva alla fotografia del viso dell’attuale possessore.

Pubblicità

Bed & breakfast La Scala a Rho

Falsi documenti d’identità della Bulgaria di domenica

Il secondo caso è del pomeriggio di domenica 14 febbraio. Un altro cittadino albanese, di 27 anni, ha tentato di lasciare l’Italia e andare a Londra presentandosi all’imbarco con un un passaporto e una carta d’identità bulgari contraffatti. Anche la Bulgaria infatti fa parte dell’ Unione Europea. I Bulgari, come i greci, non hanno infatti bisogno del visto consolare per passare il confine con la UK. L’Albania, invece, nonostante abbia iniziato il processo di adesione all’Unione Europea nel 1994, non lo ha ancora completato.

Pubblicità

I due cittadini albanesi sono stati identificati correttamente, accusati e arrestati il reato di fabbricazione e possesso di documenti falsi. Poi sono stati processati con rito direttissimo.
Per il 32enne il giudice ha disposto la condanna a un anno di reclusione mentre per il 27enne è stata disposta la custodia cautelare in carcere in attesa di giudizio.

Pubblicità

Pubblicità
  • Bed & breakfast La Scala a Rho

  • gt consulting di Manuele Trentarossi

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 4902 Articoli
Metà Milanese e metà Mantovana, sono il Direttore responsabile di Co Notizie -Zoom News. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker di Radio Padania libera. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Editor Specialist

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.