Entro febbraio il punto Croce Rossa e il dettaglio dei servizi. Corbetta

Farmacia comunale 1 di Corbetta, via Villoresi

L’Amministrazione comunale ha firmato la convenzione con la Croce Rossa Italiana che si perfezionerà entro fine febbraio prossimo nell’apertura di un punto stabile della Croce Rossa nei locali della Farmacia Comunale 1 di via Villoresi. Gli stessi sono stati dati in comodato d’uso all’organizzazione di volontariato.

Questo comporterà non solo la presenza fissa di almeno due volontari ma anche l’altrettanta disponibilità giornaliera di un’ambulanza, per almeno 6 ore al giorno. Questa sarà guidata e gestita dei 2/3 volontari che si alterneranno ogni giorno e sarà dedicata in primo luogo al servizio reso a Corbetta e nel Magentino.

Di cosa si tratta? Di servizi complementari a quelli che già svolgono ora sia i volontari della Croce Azzurra. Complementari perché diversi, di diversa natura e possibili proprio grazie alla presenza dell’ambulanza e del personale sanitario di soccorso. Si specifica che l’ambulanza sarà messa a disposizione per tale scopo e non per l’emergenza/urgenza delle chiamate al 118.

Per dare un’idea dei servizi, si parla di trasporto di positivi al Covid, di allettati, di malati in genere (mentre la Croce Azzurra trasporta malati oncologici verso i centri di cura o persone che necessitano del servizio verso presidi dove effettuare visite, esami, prelievi). La Croce Rossa effettuerà anche la consegna a domicilio di farmaci e una serie di altri servizi che verranno prenotati chiamando la Farmacia comunale o direttamente il numero della Croce Rossa; in quest’ultimo caso sarà la centrale operativa a gestire e smistare le richieste. I servizi a pagamento avranno in ogni caso un costo calmierato.

Culture digitali

A questi servizi si affiancheranno corsi gratuiti di formazione per chi vorrà diventare soccorritore della Croce Rossa Italiana ma anche corsi gratuiti per la cittadinanza che riguardano ad esempio il primo soccorso, la disostruzione delle prime vie respiratorie (anche pediatrica), l’uso del defibrillatore.

Questo servizio, in aggiunta a quello dell’infermiere di quartiere, delle farmacie comunali, della farmacia comunale h24, del servizio farmdrive e di altri servizi di prenotazione attivati nelle farmacie comunali, vanno a delineare un piano programmatico voluto dall’Amministrazione Ballarini rivolto alla sanità e all’alleggerimento della sanità ospedaliera.

Cristina Garavaglia 1093 Articoli
Giornalista

commenta

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.