Sciopero dei trasporti, domenica e lunedì. L’ Orsa blocca i treni

Stazione ferroviaria Trenord di piazza Cadorna, Milano

Domenica 24 gennaio dalle 3 e lunedì 25 gennaio dalle 2 il sindacato Orsa ha indetto uno sciopero che mira a bloccare la circolazione dei treni.

Pubblicità

Lo scipero avrà diverse ripercussioni. Domenica, essendo giornata festiva non sono previste fasce di garanzia. I treni regionali, suburbani e a lunga percorrenza di Trenord e il servizio Malpensa Express potranno subire limitazioni e cancellazioni. Trattandosi di una giornata festiva, non sono previste fasce di garanzia.

Pubblicità

gt consulting di Manuele Trentarossi

Per quanto riguarda i collegamenti aeroportuali, circoleranno autobus sostitutivi senza fermate intermedie per le eventuali corse non effettuate tra Milano Cadorna (in partenza da via Paleocapa 1) e Malpensa Aeroporto.

Pubblicità

Le disposizioni di viaggio

Informazioni sull’andamento della circolazione saranno comunicate su sito e App Trenord e nelle stazioni, tramite i monitor e gli annunci sonori. Dando le disposizioni per il viaggio Trenord ricorda ai passeggeri che a bordo dei convogli è in vigore il limite del 50% di posti occupabili​ definito dalle Autorità.

Pubblicità

gt consulting di Manuele Trentarossi

Per questo, è richiesto ai viaggiatori di occupare tutti i posti a sedere, evitando di sostare in piedi nei corridoi o negli spazi di discesa e salita dalle carrozze. Inoltre, a bordo è necessario indossare la mascherina correttamente, su naso e bocca, per tutta la durata del viaggio, come ricordato da una campagna di comunicazione installata sui treni e nelle stazioni, che segnala le regole da rispettare per viaggiare in modo responsabile.

Pubblicità

Culture digitali

La reazione di Trenord è molto severa

“Da Orsa ennesimo sciopero pretestuoso che mira a procurare disagio sociale. Nessuna violazione degli accordi su turni di lavoro e formazione del personale Milano.

Nonostante il periodo di difficoltà che coinvolge tutto il territorio nazionale a causa dell’emergenza pandemica e il richiamo al senso di responsabilità giunto dalla Commissione di Garanzia, il sindacato Or.S.A ha proclamato uno sciopero dalle ore 3 di domenica 24 gennaio alle ore 2 di lunedì 25, ” dicono in una nota inviata alla redazione.

Nel promuovere un’agitazione per l’intera giornata in questo periodo di emergenza sanitaria, ancora una volta il sindacato Or.S.A utilizza lo strumento dello sciopero in modo pretestuoso, senza mostrare alcuna sensibilità per la situazione straordinaria che la Regione e il Paese stanno vivendo.

Contrariamente da quanto affermato, non si è verificata alcuna violazione degli accordi sui turni di lavoro, così come non vi sono stati ritardi nella formazione del personale che, solo nel 2020, ha registrato 20mila ore erogate.

Un atteggiamento ulteriormente aggravato dal rifiuto opposto dal sindacato alla Commissione nazionale di Garanzia che, dopo un confronto con l’azienda, ha richiamato la stessa OrSA al senso di responsabilità, chiedendo di limitare l’orario dell’astensione fino alle ore 18 di domenica 24.

Trenord al prefetto

Comunicando al prefetto di Milano la notizia dello sciopero e della limitazione dei trasporti pubblici, Trenord ha scritto anche che: “Or.S.A persegue infondati pretesti conflittuali tesi a minare le relazioni industriali, a procurare disagio sociale e a screditare l’azienda dinanzi alle pubbliche Autorità con campagne denigratorie a diversi livelli”.

Pubblicità

Bed & breakfast La Scala a Rho

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 5064 Articoli
Metà Milanese e metà Mantovana, sono il Direttore responsabile di Co Notizie -Zoom News. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker di Radio Padania libera. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Editor Specialist

commenta

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.