Fontana. “Credo che la zona rossa per la Lombardia sia una punizione”

Il presidente della regione Lombardia Attilio Fontana si è espresso così commentando la decisione governativa centrale di stabilire che la Lombardia è Zona rossa perchè supera l’indice Rt stabilita, dalla prossima domenica.

Pubblicità

La zona rossa è estremamente penalizzante per la Lombardia, dice Attilio Fontana. La nostra regione ha fatto e sta facendo tanti sacrifici per superare le difficoltà della pandemia da Covid 19. Bisogna anche pensare che si tratta della regione più popolosa d’Italia. E’ difficile restare a distanza a Milano, dove non puoi fare a meno di incontrare delle persone, anche solo uscendo a buttare la pattumiera.

Pubblicità

gt consulting di Manuele Trentarossi

Zona Rossa dal 17 gennaio al 5 marzo 2021

Le regole della zona rossa le conosciamo orami tutte. si esce solo se non se ne può fare a meno, bisogna usare le autocertificazione e tentare di incontrare meno persone possibile. Ci aspetta però un lungo e difficile periodo perchè la data di fine della Zona Rossa è per il 5 marzo 2021.

Pubblicità

Lunedí le scuole non riaprono

Lunedí prossimo i ragazzi delle superiori non torneranno a scuola. E’ una delle conseguenze della dichiarazione della Lombardia come zona Rossa. Saranno quindi contratto a continuare con la dad, didattica a distanza, anche questa molto penalizzante soprattutto per i ragazzi.

Pubblicità

gt consulting di Manuele Trentarossi

Pubblicità

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 5015 Articoli
Metà Milanese e metà Mantovana, sono il Direttore responsabile di Co Notizie -Zoom News. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker di Radio Padania libera. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Editor Specialist

commenta

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.