Il recovery fund dimentica i giovani

palazzo lascaris Torino

Intanto che aspettiamo la crisi di governo ( o le liti) di Matteo Renzi e Giuseppe Conte, nasce un problema con i fondi del Recovery Fund. Lo fanno risaltare 76 fra sindaci e assessori della Lega del Piemonte che hanno mandato una lettera a Giuseppe Conte, per chiedere di non dimenticarsi delle esigenze dei giovani nella distribuzione del Recovery Fund. Il comunicato è arrivato in redazione. Lo hanno scritto il Segretario Piemontese dei Giovani della Lega, il deputato Flavio Gastaldi, e i giovani della Lega piemontesi eletti nel Consiglio regionale: Matteo Gagliasso, Letizia Nicotra e Sara Zambaia.

Pubblicità

funerali Lista

Ecco quanto scrivono i 4politici sulle scelte del recovery fund

‘Preoccupazione e rammarico nella lettera che la Lega Giovani, movimento rappresentato da settemila ragazzi e da oltre 1000 amministratori di tutta Italia, ha scritto al premier Conte. Riteniamo esigua la percentuale di fondi destinati ai giovani all’interno del Recovery Fund. Ancora una volta questo governo si è affidato agli slogan senza mai dare concretezza alla promesse fatte”.

Pubblicità

“I dati relativi a disoccupazione giovanile e abbandono scolastico sono drammatici nelle istanze di indirizzo contenute nell’ultima bozza del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, Next Generation Italia, si fa riferimento in modo didascalico a interventi mirati a ricadute occupazionali a favore dei giovani grazie allo sviluppo di nuovi settori e opportunità, attribuendo a questo obiettivo l’1% delle risorse. Una incoerenza palese sin dal mandato, che è orientato a costruire un futuro per le nuove generazioni, e non deve diventare un bancomat per gli errori presenti e passati”.

Pubblicità
Commenti Facebook
Pubblicità
  • Vittoria acconciature ed estetica

  • Bed & breakfast La Scala a Rho

  • gt consulting di Manuele Trentarossi

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 4796 Articoli
Metà Milanese e metà Mantovana, sono il Direttore responsabile di Co Notizie -Zoom News. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker di Radio Padania libera. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Editor Specialist

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.