Perde 2 dita per i botti. Ben 30 microincendi. Nel Milanese

Complice il coprifuoco e il lockdown che di fatto hanno limitato i grandi cenoni di San Silvestro e le feste in strada, il numero di petardi esplosi nella notte tra giovedì 31 dicembre 2020 e venerdì 1°gennaio 2021 è significativamente diminuito; di conseguenza anche il numero di feriti.

Pubblicità

Ciò nonostante, nella notte di capodanno un 54enne di San Giuliano Milanese ha perso due dita della mano destra: anulare e mignolo; l’infortunio è stato causato proprio dall’ ascensione di un petardo che oltretutto lo ha ferito all’ addome. È stato trasferito dai sanitari al Niguarda in gravi condizioni.

Pubblicità

gt consulting di Manuele Trentarossi

Un ferito a Milano

Un 20enne si è ferito in via Carnevali a Milano. Sul posto è stata inviata un’ambulanza ma il giovane ha rifiutato il trasporto in ospedale ed è stato medicato sul posto.

Pubblicità

Tanti micro incendi

Almeno trenta micro incendi nel Milanese si sono verificati nella notte di capodanno ai danni di cassonetti e cumuli di sacchetti di rifiuti lasciati fuori casa per essere normalmente ritirati dalla nettezza urbana. Micro incendi che tuttavia hanno necessitato l’ intervento dei vigili del fuoco.

Pubblicità

gt consulting di Manuele Trentarossi

A innescare i roghi i petardi esplosi dai balconi e nelle strade, le cui scintille hanno fatto il resto.

Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Bed & breakfast La Scala a Rho

Cristina Garavaglia
Cristina Garavaglia 1020 Articoli
Giornalista

commenta

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.