Dati puntuali Covid nel Magentino

covid 19 coronavirus

Presso l’ospedale di Magenta sono attivi cinque reparti Covid dove sono ricoverate 170 persone, ad Abbiategrasso sono tre i reparti covid attivi e i pazienti ricoverati sono 70. I reparti sub-acuti sono 3. Ben 70 pazienti, contro i 40 della settimana precedente, è sotto casco per respirare meglio.

Pubblicità

Dall’inizio pandemia la popolazione contagiata in provincia di Milano è stata pari al 3,61%.

Pubblicità

gt consulting di Manuele Trentarossi

CORBETTA

Salgono a 309 i positivi in questa settimana contro i 247 della settimana precedente. Anche il numero degli ospedalizzati sale seppur di poco: da 15 a 16, di questi però 3 sono in terapia intensiva. Anche il numero di decessi sale da 3 a 4 in una settimana (un decesso in più). Tutto ciò fronte di 56 guariti in una settimana.

Pubblicità

Sono inoltre 17 gli ospiti della Realtà positivi ma sono in struttura, in quarantena nelle loro stanze, isolati dagli altri ma comunque in buone condizioni e non ospedalizzati.

Pubblicità

tap gym

Sono 16 invece le classi in quarantena e di conseguenza il numero di chi deve rimanere in isolamento fiduciario a casa è consistente. Rispetto alla percentuale provinciale invece, la popolazione corbettese contagiata è del 3,1% (un po’ più bassa).

Pubblicità

Culture digitali

Pubblicità

BOFFALORA

Salgono a 59 i contagiati Covid contro i 55 della settimana precedente. Resta fermo a 2 il numero dei ricoverati in ospedale. Per fortuna nessun decesso e nessun paziente in terapia intensiva. Tra chi è risultato positivo, le fasce d’età più colpite sono quella 19-30 anni con 12 casi e 51-60 anni con 14 casi. La situazione appare quindi pressoché stabile rispetto a una settimana fa.

MAGENTA

A Magenta si registrano 18 nuovi contagi da Covid-19. Le persone attualmente positive in città sono 366, di queste 25 sono ricoverate, 54 sono state dimesse e 285 si trovano in isolamento presso il proprio domicilio. Purtroppo si registrano 2 decessi e i guariti restano 92. I contagi a Magenta nella seconda ondata sono 458.

CISILANO

Sono quasi raddoppiati i positivi al Covid a Cisliano: più 43 casi in una settimana per un totale di 98 positivi. Salgono anche a 3 le classi scolastiche messe in quarantena (contro una della settimana precedente).

Il sindaco Luca Dure’ ha spiegato che, rispetto all’ondata precedente, il numero di chi deve ricorrere al ricovero ospedaliero è minore. Il virus però, ha ribadito il primo cittadino, circola e sui grandi numeri gli ospedali sono comunque in sofferenza per la mole di casi Covid da trattare.

Salgono anche i decessi a Cisliano: un nuovo morto per un totale di 3 perdite per Covid. Ovviamente chi non ce l’ha fatta si è ammalato diversi giorni fa.

Nessuno al momento è in terapia intensiva e il numero di ricoverati in ospedale è pari a 2.

Raddoppiano anche i cosiddetti “contatti stretti”, salendo di 52 unità e stabilendo quindi a 108. Rientrano in questa categoria i casi sospetti di Covid e chi è stato a contatto diretto con malati di Covid accertati. Per loro la quarantena a casa per capire se svilupperanno il virus.

Anche a Cisliano si rispecchia l’andamento regionale e nazionale.

OSSONA

I dati peggiorano anche per Ossona e si registra un decesso.

I positivi aumentano di 14 unità e arrivano a 69 (16 di questi sono over 65) e se al 6 novembre si parlava di 2 ricoverati, al 12 novembre il numero è pari a 7 (3 Non a Ossona e 2 da Rsa).

Anche chi è in isolamento fiduciario è un numero maggiore: da 22 saliamo 57.

SANTO STEFANO

Salgono significativamente i positivi: da 47 (di cui 6 minorenni) a 79 (di cui 4 minorenni) e si registrano cosi +32 casi. Salgono però di 21 unità i guariti.

Questa settimana oltretutto non ci sono decessi e il sindaco non ha parlato di ospedalizzati. Ha altresì comunicato di aver sentito telefonicamente quasi tutti o malati e di aver riscontrato il fatto che le loro condizioni appaiono buone (seppur nella mslattia).

La settimana scorsa erano 103 le persone che rimanevano in casa in quarantena. Numeri questi che dipendevano e dipendono in gran parte si controlli nelle scuole. Attualmente sono 56 i casi clinici e 40 da contatto.

Il Comune ha inoltre predisposto il servizio “PROGETTO AMBULANZA” per trasferire i positivi al Covid nel luogo in cui saranno sottoposti a tampone o a esami medici prescritti dal medico curante: si potrà prenotare un’ambulanza della zona, conservare la ricevuta del costo del servizio, compilare il modulo predisposto dal Comune (a giorni disponibile on line sulla homepage del municipio) ed essere così rimborsato per un massimo di 300 euro a famiglia.

Pubblicità

Cristina Garavaglia
Cristina Garavaglia 1020 Articoli
Giornalista

commenta

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.