Traffico di rifiuti. Il Comune di Ossona si costituisce come parte civile

elio rifiuti ossona

Ossona. I rifiuti nei capannoni della Elios, in via Toscanini, ad Asmonte, saranno rimossi tramite il finanziamento di Regione Lombardia, pari a circa 1.250.000 euro, e il comune di Ossona si è costituito parte civile nel processo contro chi è stato accusato di aver depositat rifiuti nei capannoni della Elios. 16 persone furono arrestate dai carabinieri nell’inchiesta riguardante una tranche del più grosso corpo di indagini contro chi applicava il metodo dello stoccaggio di rifiuti in capannoni industriali non più utilizzati, per smaltirli in modo illecito, inquinando e procurandosi un guadagno illecito.

L’ambito è quello delle grandi inchieste che hanno preso il via con le indagini sull”incendio di CorteOlona, nel pavese, per poi proseguire con l’incendio di via Chiasserini a Milano e poi dell’ operazione Venenum. La scoperta della metodologia utilizzata dai trafficanti di rifiuti ha portato a scoprire che anche i capannoni della ex Elios ad Asmonte di Ossona erano probabilmente destinati a fare la stessa fine.

Si è arrivati ai processi contro 16 persone ritenute colpevoli di smaltimento illecito di rifiuti

rifiuti in un capannone carabinieri tutela ambientale

L’episodio di un piccolo incendio, scoperto quasi causalmente dai Vigili del fuoco di Inveruno ha permesso di scoprire, altrettanto casualmente, che qualcuno trasportava rifiuti, derivanti anche dalla raccolta urbana, e li depositava, invece che, pagando, all’inceneritore, nel capannone della Elios di Ossona. Le conseguenti denunce e le indagini dei carabinieri hanno poi permesso di scoprire una gran parte del traffico e smaltimento di rifiuti di rifiuti verteva intorno a due società. L’organizzazione fu smantellata dal NOE (Nucleo Operativo Ecologico), comandato dal Maggiore Camillo di Bernardo, del nucleo Tutela ambientale dei carabinieri , lo scorso maggio.

Secondo quanto dichiarato dal Sindaco Marino Venegoni la scelta di costituirsi parte civile nel processo contro i colpevoli è un atto dovuto e ha lo scopo di ottenere i danni dai responsabili. Il costo del nuovo smaltimento sarà infatti a carico del finanziamento regionale.

Nell’indagine del Noe, di cui faceva parte il ritrovamento nella Elios, non rientra il rimorchio del camion, che fu ritrovato qualche mese dopo nei pressi della piazzola ecologica di Asmonte. Conteneva 2 tonnellate di immondizia. Camion e spazzatura sono ancora a Ossona, sotto sequestro, nel deposito comunale.

La nota del sindaco di Ossona, Marino Venegoni

“Abbiamo avuto dalla Regione, lo scorso anno, prima del Covid, circa 1.260.000,00 euro per smaltire i rifiuti abbandonati nella ex Elios. Quest’anno abbiamo avuto altri contributi ma non legati alla Elios. Il rimorchio è un’altra vicenda penale ove il fatto “ecologico” è marginale. Non ancora smaltito in quanto corpo del reato. Smaltimento sarà a cure e spese dei responsabili che risultano al momento capienti.”

Ilaria Maria Preti 5129 Articoli
Metà Milanese e metà Mantovana, sono il Direttore responsabile di Co Notizie -Zoom News. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker di Radio Padania libera. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Editor Specialist

commenta

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.