L’angolo della poesia di Giovanni Elidio Chiastra

Giovanni Elidio Chiastra

Nato a Berceto (Pr) il 3 agosto 1944. Un’infanzia non facile, una giovinezza in giro per il mondo a lavorare, mantenendo nel cuore i luoghi, i costumi e le usanze dei posti vissuti. Quando ha potuto fermarsi in un luogo fisso, i ricordi e le emozioni di tante vite vissute sono diventate poesia. Ora abita a Casorezzo (Mi). Innumerevoli i riconoscimenti ottenuti: il Premio Letterario Internazionale Città di Sarzana (2017), Premio internazionale di poesia “Città di Pontremoli”, finalista al Wilde Europea Award (2016) e molto altro ancora. Ha collaborato con i Jalisse per una canzone con il componimento “Ultimo contatto” (2016).

Pubblicità

Perchè donna

Come i rami di un’albero s’alzano verso il cielo

Pubblicità

per sperare che l’acqua casa rigogliosa e fresca,

le tue braccia, come fosse una supplica,

Pubblicità

si disperdono verso l’alto, in cerca di qualcosa di buono.

Nell’attuale vita sei sempre stata sfortunata,

Pubblicità

Culture digitali

sia nelle scelte, sia dopo queste.

Fin quando eri infante, con il padre padrone non potevi fare tutto quello che volevi,

i castighi eran drammatici, per correggerti se sbagliavi indicauzioni.

Ti sei un po’ salvata quando a scuola sei andata,

avevi un buon profitto e tuo padre stava zitto.

Poi quando hai cominciato l’adolescenza,

che nel creato è sinonimo di scoperta e di esesperienza,

la durezza della famiglia s’è mostrata chiaramente,

e di tutto quello che avevi in mente niente hai potuto fare.

Anche quand’è stato il momento te’ lo hanno imposto loro la persona con cui stare,

senza a te’ pensare.

Poche amiche hai per fare una chiacchierata delle cose più banali,

la sua supremazia non ha pari,

devi star attenta come parli,

devi stare zitta per non alimentarli,

altrimenti la punizione sopraggiunge senza ragione.

Vorresti tanto ribellarti,

non hai nemmeno un’amico che t’ascolti e ti dia un consiglio,

speri solo che un giorno s’apre nel cielo uno spiraglio,

che ti liberi da questi soprusi,

e che tu’ possa finalmente alzarti

per andare a testa alta senza paura, per la tua strada.

L'angolo della poesia di Giovanni Elidio Chiastra 1 22/09/2020 poesia
Pubblicità

Cristina Garavaglia
Cristina Garavaglia 707 Articoli
Giornalista

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.