Progetto contro le truffe ad anziani legate anche al Covid

Arluno, BareggioBernate Ticino, Boffalora sopra Ticino, Cornaredo, Magenta e Robecco sul Naviglio chiedono aiuti economici a Regione Lombardia per mandare in esecuzione il progetto relativo al bando “Nonno avvisato…Vigili, in ogni momento” (speciale anti truffe Covid-19). I contributi farebbero comodo per mettere in campo quante più forze possibili per mettere in guardia le vittime. Forze non solo dell’ordine ma eventi, brochure informative e tutto ciò che meglio può arrivare nelle case degli anziani.

Pubblicità

Nei vari Comuni del territorio, soprattutto in tempi di Covid-19, se ne sono viste e sentite di tutti i generi. Truffatori senza scrupoli e sempre più scaltri e ingegnosi nel mettere a punto inganni: telefonate che invitavano gli anziani a recarsi il tal giorno e la tal ora per compiere test di accertamento del virus (tutto falso ovviamente) per poter aver la casa libera e agire indisturbatamente; la (falsa) Protezione Civile che bussa alla porta per consegnare non si sa quale kit a protezione del virus (ovviamente falso) e a pagamento e così via. Sono stat tanti e svariati i trucchi usati in questi mesi in tutto il nord ovest milanese per mettere a segno truffe legate al Coronavirus. A queste si aggiungono le più classiche.

Pubblicità

I destinatari dell’iniziativa saranno gli over 65 e la Regione potrebbe arrivare a finanziare fino all’80% del necessario per dare esecuzione al progetto, difficilmente realizzabile senza questi fondi. Anche per tale motivo le municipalità hanno fatto fronte Comune.

Pubblicità

Pubblicità

GT Consulting

Cristina Garavaglia
Cristina Garavaglia 715 Articoli
Giornalista

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.