Razzi, piramidi aliene, spinelli e colpi di stato

Si è conclusa da poco la missione Demo 2 della Crew Dragon lanciata da Spacex di Elon Musk per conto della Nasa. L’euforia del successo della missione storica, che ha riportato gli USA nello spazio, dopo la dismissione dello shuttle però è stata un po’ guastata da un incidente diplomatico, causato da un tweet di Elon Musk di poche ore fa.
Elon infatti, ha scritto sul social network che le piramidi dell’antico Egitto sono state costruite dagli alieni.

Annunci sponsorizzati

Il tweet è del 31 luglio, è molto breve e semplicemente afferma che: “gli alieni hanno costruito le piramidi, ovviamente”. Nei seguenti tweet sembra quasi ritrattare scrivendo che le piramidi le ha costruite Ramses II, per poi dire, in un altro tweet che le piramidi sono le più alte strutture mai costruite dall’uomo. Il tweet iniziale non è però passato inosservato, tanto che ha scatenato da una parte la comunità degli ufologi, a cui non sembrava vero avere un così autorevole testimonial delle loro tesi, e dall’altra archeologi di ogni provenienza, più o meno indignati dell’affermazione a loro chiaramente indigesta.

Annunci sponsorizzati

Persino Zahi Hawass, notissimo egittologo direttore del sito archeologico delle piramidi di Giza ed ex ministro dello stato Egiziano per le antichità, ha risposto al miliardario più eccentrico del mondo, con un videomessaggio su Facebook.

Per chi segue Elon Musk non è poi tanto strana come vicenda, Elon solo pochi giorni fa aveva risposto “noi facciamo golpe dove vogliamo, fatevene una ragione” ad un tweet che insinuava la partecipazione degli USA nel presunto golpe in Bolivia, per aggiudicarsi il litio boliviano, materia prima indispensabile per le batterie delle auto elettriche. Il tweet, di pessimo gusto ma chiaramente scherzoso, è stato interpretato dai più ingenui come un’ammissione di colpa.

Eccentrico ma geniale

Annunci sponsorizzati

Sicuramente Elon Musk non è un personaggio da cui prendere esempio, uno dei momenti memorabili della sua vita infatti, è stato quando durante una video intervista nel programma web, “Joe Rogan Experience podcast”, si è messo a fumare uno spinello.

Razzi, piramidi aliene, spinelli e colpi di stato 1 03/08/2020 Uncategorized razzi
Elon Musk mentre fuma uno spinello

Poi, in seguto allo scandalo scaturito da tale azione, Musk dichiarerà di non essere un fumatore abituale, ma di fatto la Nasa, cliente principale di Spacex non ha preso la cosa molto bene.
Va anche detto che Musk non ha infranto nessuna legge, nello stato della California l’uso della marijuana è perfettamente legale.

Annunci sponsorizzati

Culture digitali

L’eccentricità del miliardario americano è tale che ha persino cercato di dare un nome impossibile da registrare all’anagrafe al figlio nato pochi mesi fa, dall’unione con la compagna Grimes,

Tutte le stranezze di Elon

il mome del flgio, X Æ A-12, nome che poi è stato cambio in X Æ A-II in quanto negli USA i numeri non possono essere utilizzati per registrare un nome, non è una delle cose più strane che Elon ha fatto. In questi giorni infatti, il ricchissimo imprenditore, sta vendendo tutte le proprie case, ed intende diventare una persona senza fissa dimora. Ovviamente, la differenza con una persona senza fissa dimora originale, è nel conto in banca, cosa a cui Elon probabilmente non vuole rinunciare.

Elon Musk è persino coinvolto direttamente in un processo per tradimento. Il famosissimo attore Johnny Depp, infatti ha intentato una causa verso la ex moglie, la bellissima attrice Amber Heard, che lo avrebbe tradito, secondo alcuni testimoni, con Elon. Alcuni gossip si spingono oltre, raccontando di un rapporto a tre tra Elon, la Heard e Cara Delevingne, attrice e protagonista in film come Valerian e Suicide Squad.
Ma non è l’unica volta in cui ha avuto problemi con la legge. È stato infatti denunciato per diffamazione. La vicenda risale al periodo in cui 12 ragazzini rimasero intrappolati in una grotta in Thailandia, nel 2018. Elon aveva realizzato a tempo di record un sottomarino e lo aveva inviato in Thailandia, per salvare i ragazzi, ma un soccorritore, un sub inglese che vive da tempo in quel luogo, aveva definito tale azione come una azione pubblicitaria, utilizzando un gergo abbastanza volgare. Al rifiuto, Elon replicò con un tweet al sommozzatore definendolo ragazzo pedofilo, per poi cancellare il commento.

Tantissimi soldi e il gusto del rischio.

Elon Musk proviene da una famiglia ricca del Sudafrica. Suo padre possiede una miniera di smeraldi in Zambia, la madre è una modella e dietologa canadese. Ma la sua ricchezza deriva solo in parte dalla famiglia di origine, dopo aver creato una società di guide cittadine online con il fratello grazie anche ad alcuni investitori, la vende a compaq ricavando 22 milioni di dollari con i quali fonda Paypal per poi venderla a e-bay per 1,5 miliardi di dollari. Investe parte di quei soldi in Tesla, Spacex e in Solarcity, le sue società di punta, con i risultati che noi tutti oggi vediamo, ma investe anche in “the boring company. Una delle sue invenzioni più incredibili è “questo non è un lanciafiamme” ovvero un lanciafiamme con una gettata tale da non essere considerato un’arma vietata negli stati uniti, in quanto un lanciafiamme deve avere una gettata di 30 piedi per essere considerato tale, mentre quello progettato da Musk ha una gettata si soli 10 piedi, ovvero 3 metri.
In molte occasioni Musk ha rischiato molto, Tesla ad esempio, non è sempre stata in grado di consegnare per tempo tutte le auto che erano state ordinate, Spacex ha avuto parecchi insuccessi, prima di affinare il sistema di atterraggio verticale del Falcon 9, e i prototipi della Starship, il razzo avveniristico che Musk sta costruendo in Texas, sono esplosi per ben 3 volte, e si aspetta ancora il primo volo di soli 15 metri, dopo che un tifone ha parzialmente danneggiato l’ultimo prototipo, l’SN5 posizionato nell’area dei test di volo.

Torniamo alle piramidi aliene

Ma torniamo agli alieni e alle piramidi. Perché Elon abbia sentito il dovere di informare il mondo che sono stati gli alieni a costruire le piramidi, sarà sempre un mistero, ma potremmo ipotizzare che avendo in progetto la realizzazione di un film con Tom Cruise, girato nello spazio e forse anche sulla stazione spaziale internazionale, qualche connessione con alieni e piramidi ci sia, e quale miglior spot pubblicitario se non un tweet che provoca un incredibile polverone?

Annunci sponsorizzati

Avatar
Gianluca Preti 123 Articoli
Videomaker, grafico, fotografo, appassionato di Milano.

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.