Scappati 100 migranti dal centro di accoglienza di Catalnissetta. Cercateli sui treni per Milano

porto di catania
Cordone di sicurezza davanti all'attracco del molo di ancoraggio della nave Diciotti con a bordo i migranti

La notizia è arrivata da pochi minuti. 100 migranti che erano nel Centro di Accoglienza di Pian del Lago, a Catalnissetta, sono fuggiti. Stavano effettuando il periodo di quarantena. Dicono che sono negativi al tampone Covid 19, ma dato che sono in fuga non si sà dove andranno e chi incontreranno. Insomma a fidarsi si fa bene, però la certezza è una cosa rara. Di certo non usano la mascherina. Magari, forse, dato che sono in fuga eviteranno gli assembramenti. Di cosa vivranno, non si sa. ( Foto di repertorio. Il caso Diciotti)

Annunci sponsorizzati

Una decina di migranti sono stati ripresi e riportati nel centro di accoglienza di pain del Lago, gli altri 90 sono in viaggio. Si può essere abbastanza certi che, essendo fuggiti, staranno cercando di prendere i treni che portano in Lombardia per poi raggiungere i confini con gli altri paesi del nord Europa. Quindi significa che troveremo presto questi migranti in stazione Centrale a Milano.

Speriamo che li prendano, tutti e 90, prima che attraversino il canale di Sicilia

Nelle prossime ore ci si aspetta quindi una forte polemica sulla Sicurezza che il governo dovrebbe garantire, e che ovviamente non ha garantito. Siamo ancora in emergenza Sanitaria e una fuga di questa portata da un centro di accoglienza per persone che non rispettano le regole della prudenza è un fatto grave. O mi sbaglio?

Errata corrige

Mi hanno fatto notare che attraversando il canale di Sicilia se ne andrebbero via. “Speriamo che li prendano, tutti e 90, prima che riattraversino il canale di Sicilia” ha un intento sarcastico che però mi sono accorta non è stato capito. Era una battuta riferita al piacere particolare che prova l’attuale governo italiano a trattenere in Italia persone che non dovrebbero proprio arrivarci. Colpa mia. Dovevo sottolineare meglio e in modo più comprensibile che la frase era diretta a prendere per i fondelli il ministero dell’interno, quello degli esteri e quello della difesa. Per spiegarmi meglio, è come dire ad una automobilista: ” ehi indiano, hai lasciato a casa arco e frecce?” Mi spiace, non tutte le ciambelle riescono con il buco.

Annunci sponsorizzati

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 4216 Articoli
Direttore responsabile di Co Notizie -Zoom News. Giornalista metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 fino alla fine nel dicembre 2019, speaker di Radio Padania libera, scrivo su alcune testate, qua e là, coordino le redazioni di Nord Notizie e di altri portali di informazione. Sono anche un Web and Seo Editor Specialist.

2 Commenti

  1. si dice ‘ prima che attraversino le Alpi’, e non ‘ prima che attraversino il Canale di Sicilia.’

    ANALFABETA, STUDIA LA GEOGRAFIA.

  2. No guarda, hai capito male…era proprio voluto. In Lombardia non li vogliamo. Abbiamo già i nostri problemi. Ti invito a guardare dove si trovano le Alpi. Sono troppo educata e lombarda per rispondere all’insulto scritto in maiuscolo. Mi limito a sottolineare che fa la figura che fa e che capisco perchè manca la firma, anche se lo trovo, ma parere mio, poco coraggioso.

Scrivi qui cosa ne pensi