Spunta il bastone e si fanno dare i soldi. A Robecco e ad Arluno

Qualche settimana fa un episodio simile a Robecco sul Naviglio e nel fine settimana ad Arluno, non lontano dal sottopasso. Ad agire sono due uomini dalla pelle chiara e dai lineamenti europei, senza accenti particolari.

Pubblicità

Un anziano stava viaggiando sulla sua utilitaria in direzione del sottopasso quando, all’altezza del semaforo, una moto con in sella due uomini lo hanno superato rovinandogli lo specchietto anteriore sinistro. I due hanno fatto finta a proseguire la corsa a velocità sostenuta per qualche metro per poi fermarsi ed aspettare la loro vittima. Sono scesi dalla moto e hanno fatto segno all’anziano di fermarsi. Questo si è accostato pensando a un gesto di responsabilità da parte dei motociclisti, disposti verosimilmente a rimediare al danno. Le intenzioni invece erano ben diverse.

Pubblicità

Sono stati loro a sostenere di aver riportato un danno alla moto dovuto all’impatto. La vittima ha capito le intenzioni dei due che si facevano via via più minacciosi e, proprio secondo la vittima, i due avrebbero utilizzato un oggetto per rompere volutamente lo specchietto. Ha quindi consegnato loro del denaro contante, come richiesto, al fine di “risarcirli” dell’accaduto. Con il senno di poi, si deduce che il danno alla moto non sarebbe compatibile con la dinamica dell’accaduto in quanto la moto stessa avrebbe dovuto per lo meno sbandare a causa dell’impatto. E’ dunque più ipotizzabile che siano stati i motociclisti a dare un colpo con un oggetto adeguato all’intento.

E a Robecco spunta il bastone

L’accaduto risale a circa due settimane fa e a denunciarlo la nuora della vittima. Anche in questo caso il malcapitato è un uomo a bordo della sua auto. Questo stava superando il ponte sul Naviglio quando ha sentito una botta alla macchina. Secondo lui sono stati due uomini a provocare il colpo per mezzo di un bastone. I due balordi lo hanno inseguito e bloccato all’altezza del cimitero pretendendo da lui 300 euro e sostenendo che fosse stato proprio l’uomo a rompere il loro specchietto dell’auto. Anche in questo caso, i toni si sono fatti minacciosi e la vittima ha consegnato ciò che aveva in contanti: circa 300 euro.

Pubblicità

Cristina Garavaglia
Cristina Garavaglia 711 Articoli
Giornalista

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.