Ipotesi di ripresa per lo “Spazio Montessori” di Cerello, Corbetta

Da sinistra, Laura Cucchi dell'Aps con il presidente Roberto De Ciechi, Cinzia Paiocchi, educatrice e maestra Montessori coordinatrice della struttura Fabiola Cagnola (maestra Montessori), Sara Beretta (pedagogista e maestra)

Riceviamo e pubblichiamo

Solo ieri sera il premier Giuseppe Conte ha dato le nuove direttive per la “Fase 2”. Resta ancora da capire, tuttavia, come verranno gestiti i centri estivi, gli oratori e le scuole (primarie e dell’infanzia). L’Aps “Casa degli angeli”, a cui fa capo lo “Spazio Montessori” di Cerello di Corbetta formula alcune ipotesi.

Annunci sponsorizzati

Ipotesi di ripresa per lo "Spazio Montessori" di Cerello, Corbetta 1 27/04/2020 Corbetta
RICOH IMAGING

“Tra le ipotesi che si vanno definendo in vista del 4 maggio, quando il
governo dovrà decidere come e di quanto allentare il ‘lockdown’, dovuto all’emergenza sanitaria, c’è da immaginarsi la probabile riapertura graduale dei parchi ai bambini, tra i più provati dalla permanenza forzata a casa. La regola sembra essere: spazi contingentati e personale che controlli gli accessi. Gli scienziati, da parte loro, continuano a manifestare cautela nel ‘liberi tutti’ anche perché i bambini potrebbero essere, loro malgrado, portatori di infezione per i nonni che sono a maggiore rischio, quindi
siamo in attesa di regole certe per il via libera del governo.
E l’istruzione? I nidi? Gli asili? I centri per l’infanzia come il nostro Spazio Montessori?
Se le regole base per l’attività ludica, dovesse poi tradursi nella nuova didattica infantile, saremmo di fronte ad una svolta epocale. Il distanziamento sociale abbisogna di nuovi spazi e un esercito di educatori che contingentino gli ingressi dei bambini nelle strutture, la gestione dell’attività curricolare da farsi in piccoli gruppi distanziati, il ripensamento della refezione, ed il gioco individuale perché il gioco collettivo dovrà essere rimandato, approfittando per insegnare ai bambini, attraverso il gioco, le regole per riprendere una vita di comunità con novità come la distanza e l’igiene. Probabile il ricorso a mascherine e guanti anche per i bambini, anche se noi educatori proprio non possiamo neppure immaginare una didattica senza sorriso!
Altro problema. Con il ritorno al lavoro dei genitori nella fase 2 e le scuole che non riapriranno con chi staranno i più piccoli? L’idea della politica pare si debba tradurre in bandi che partiranno a metà maggio,
per coinvolgere il terzo settore nell’affiancamento dei genitori.
APS Casa degli Angeli con il suo Spazio Montessori sarà pronta per potervi partecipare, state all’erta genitori e seguiteci su queste pagine!”.

Annunci sponsorizzati
Annunci sponsorizzati

Cristina Garavaglia
Cristina Garavaglia 638 Articoli
Giornalista

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.