Il libro della storia del paese, Ossona, offerto dal Comune per far passare il tempo in modo fruttuoso

Tutti in casa, forzatamente. Che noia che barba che barba che noia, diceva Sandra Mondaini tanto tempo fa. Ma tutto passa e passerà anche questo periodo. Perchè allora non sfruttarlo al meglio per farsi un po’ di cultura, per trasmettere le proprie radici ai bambini?

Pubblicità

L’amministrazione comunale di Ossona ci ha pensato offrendo la lettura intergrale e gratuita del libro “Frammenti di storia ossonese”. Dalle origini al Cinquecento. Basta andare sul sito web del Comune. Qui si aprirà la finestra con il libro. Con un semplice click si apre e si scarica una parte del libro, una “puntata” della storia di Ossona. Ne seguiranno altre nelle prossime settimane.

Pubblicità

La comunicazione dell’Amministrazione comunale

La nostra comunità – insieme a tante altre – sta vivendo una momento drammatico; è una crisi che sarà ricordata nei libri di storia, anche per i cambiamenti che comporterà e che ancora non conosciamo. La stiamo affrontando uniti e solidali, grazie anche all’impegno di tanti volontari. In questo momento vogliamo regalare a tutti la possibilità di riscoprire le nostre radici, la nostra storia vicina e lontana, per rendere la comunità ancora più consapevole e coesa.

Per questo abbiamo deciso di pubblicare online il libro “Frammenti di storia ossonese“. Il volume si compone di quattro parti, che si potranno scaricare gratuitamente nei prossimi venerdì.
Iniziamo oggi con il primo capitolo, “Dalle origini al Cinquecento“, curato da Monsignor Lodovico Garavaglia, originario di Ossona e ora cappellano dell’ospedale di Legnano.
Seguirà, la settimana prossima, “Dal Cinquecento al Seicento”, a cura della prof.ssa Elena Malabarba; nostra concittadina, insegna lettere al Liceo Alessandrini di Vittuone. Venerdì 17 e 24 aprile, infine, potremo leggere i capitoli sul Settecento e l’Ottocento ossonesi, curati dal professor Alessandro Colombo, insegnante all’Istituto Alessandrini di Abbiategrasso e supervisore del centro di catalogazione della Fondazione per Leggere.

Pubblicità

Alla revisione hanno inoltre collaborato Marisa Spaltini, Enrico Vismara, Luigi Nebuloni e la Pro Loco Morus Nigra.

“Frammenti di storia ossonese” è stato pubblicato originariamente nel 1997 dalla Cooperativa l’Ossonese sotto il titolo “Ossona: segni e frammenti di storia”. L’amministrazione comunale ha acquisito i diritti del testo nel 2014. L’attuale edizione è stata ampliata e corretta dagli autori nel 2018; potrà essere ulteriormente rivista, aggiornata e integrata di immagini prima della pubblicazione a stampa.

Pubblicità

Cristina Garavaglia
Cristina Garavaglia 701 Articoli
Giornalista

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.