Truffa con la scusa del coronavirus in tutte le regioni

Internet. La Lombardia è quasi ferma, ma i truffatori no. Il Coronavirus ha stimolato lo spirito di adattamento dei truffatori. Sono soprattutto 2 le truffe che subdolamente stanno tentando di derubare chi sta subendo i primi effetti della crisi economica determinata dal Coronavirus

truffa per il phishing.   I supermercati non sanno nulla sull'uso del loro logo
I supermercati citati non sanno nulla dell’uso del loro logo

Infatti, i supermercati d cui è riportato il logo non c’entrano nulla. La Lidl, contattata telefonicamente, ha detto di non aver nulla a che fare con l’iniziativa. Stiamo aspettando le risposte della Coop e della Carrefour, ma non è difficile immaginare che si tratti di una truffa. Infatti, dopo aver risposto alle 4 domande e dopo aver inviato ad alcuni amici il link, o il sito si ricarica senza dar la possibilità di inserire il proprio nominativo oppure si apre automaticamente un altro sito che chiede di inserire i dati della propria carta di credito. Direi che non è il caso di farlo fino a che non c’è la sicurezza di avere davvero il buono sconto , e dalle prime risposte dei supermercati non pare possibile.

La truffa del manifesto

I ladri sono in difficoltà e hanno deciso di far allontanare le persone dagli appartamenti. Per raggiungere il loro scopo hanno stampato dei manifesti con il logo e i caratteri stampa usati del ministero dell’interno e della salute italiani e le hanno appese alle porte d palazzi e condomini. Il messaggio avvisa che si presenterà qualcuno del comune per contare le persone che si trovano all’interno degli appartamenti, oppure invita tutti i non residenti a lasciare vuoto l’appartamento. Si tratta di avvisi fasli e di metodi che cercando di indurre le persone a lasciare le case, in modo che possano essere comodamente visitate dai ladri.

Altre truffe

In queste settimane c’è stato chi si presentava, fingendosi volontario della croce rossa, o della protezione civile, per tentare di estorcere denaro ad anziani o a persone deboli.

Annunci sponsorizzati

Mba

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 3712 Articoli
Giornalista metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 fino alla fine nel dicembre 2019, speaker di Radio Padania libera, scrivo su alcune testate, qua e là, coordino le redazioni di Co Notizie, Nord Notizie e di altri portali di informazione. Sono anche un Web and Seo Editor Specialist.

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi