Corona virus. Le indicazioni per limitare il contagio (video)

Coronavirus. Dopo una domenica in cui non si capisce più nullan proviamo a fare il punto della situazione. Iniziamo con al diffusione el video che da le indicazioni sul modo da limitare il più possibile il contagio

Pubblicità

La Lombardia è divisa in due parti. La zona Rossa è quella di Codogno. in quella decina di comuni del il virus è circolato molto velocemente, e dal primo caso si è diffuso a tanti. E’ il punto in cui vi sono più ammalati. Il ragionamento è quindi al contrario. Sapendo che solo il 20 % dei contagiati sviluppa la malattia in modo da dover ricorrere alle cure ospedaliere il numero di casi scoperti e partiti dal paziente zero, ancora sconosciuto, che ha infettato il 38enne di Codogno, fa intendere che una larghissima fetta della popolazione è stata contagiata. Alcuni saranno asintomatici, altri avranno una forma leggera di malattia. Nella zona Rossa è quella posta in quarantena

Pubblicità

La zona gialla

Il resto della Lombardia è stata designata come zona gialla, cioè la zona contigua a quella dove il virus è più presente. Non si è in quarantena, ma si è scelto di intervenire con alcune prescrizioni mirate a diminuire la velocità di diffusione del virus, cercando di fare in modo che in modo che non tutte le persone si ammalino contemporaneamente.

Pubblicità

Quarantene

Forse nelle prossime settimane qualche altro comune sarà messo in quarantena. E’ necessario rispettarla per contribuire a diminuire la velocità di contagio. Infatti se il nostro sistema immunitario uccide il virus prima che abbiamo contagiato qualcun’ altro, sul nostro lato l’infezione si ferma.

Scuola chiuse per una settimana

Pubblicità

Quando mi hanno detto che i supermercati sono stati presi d’assalto a Milano sono rimasta sorpresa. Poi in effetti una c’è una ragione che è comprensibilissima. Se i bambini, e gli studenti sono a casa da scuola non mangiano in mensa quindi è necessario aver più provviste in casa. Ecco perchè sono stati venduti molti prodotti freschi. SPeriamo ch gli assembramenti alle casse dei supermercati non abbiano contribuito alla diffusione, am non c’era molto altro da fare. Le scuole sono chiuse, ma gi uffici no, e i genitori non possono andare a lavorare senza aver preparato il pranzo per i bambini che rimangono a casa da scuola.

Ristoranti aperti

Lo scopo della zona gialla è quello di rallentare la diffusione del virus. Quindi gli assembramenti dove la gente sta troppo vicina sono vietati. Discoteche e pub sono chiusi nelle serate e vietate le fiere, ma i ristoranti, dove le norme igieniche sono già rispettate, e dove non si mangia gomito a gomito, restano aperti. Lo stesso vale per i negozi e i supermercati.

Pubblicità

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 4480 Articoli
Metà Milanese e metà Mantovana, sono il Direttore responsabile di Co Notizie -Zoom News. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker di Radio Padania libera. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Editor Specialist

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.