A Corbetta si spara? E poi truffe del finto vigile, del postino e furti. A Magenta, Mesero, Inveruno e Sedriano.

Ancora tentativi di truffa in tutto il Magentino, nonchè di furto un po’ ovunque. A Corbetta, nella notte tra il 27 e il 28 gennaio si sentono delle esplosioni. Colpi di arma da fuoco?

Corbetta

Restano ancora un mistero gli scoppi sentiti nella notte tra lunedì 27 e martedì 28 gennaio 2020 a Battuello, frazione di Corbetta. A segnalarci il fatto, alcuni residenti. Gli stessi che hanno avvertito attorno all’1.30 di notte almeno 2 scoppi, come se gli stessi fossero esplosi da un’arma da fuoco. A seguire un trambusto per le campagne e l’arrivo delle forze dell’ordine. Poi il silenzio.

Al momento non si ricollega il fatto ad una esplosione (un mezzo che ha preso fuoco, un fatto di questo genere avvenuto in luogo chiuso). Non sono stati compiuti furti in abitazione, con la relativa ipotesi di spari. Si parla per l’appunto di ipotesi, più che altro legate al fatto che la zona non è immune dal fenomeno dello spaccio, soprattutto al confine con Albairate, dove la campagna diventa aperta e le zone buie. Che sia stato un regolamento di conti? Un avvertimento? Restiamo in attesa di eventuali altre comunicazioni, tenuto conto che nei giorni scorsi, tra Corbetta, Magenta, Robecco sul Naviglio e Sedriano, i Carabinieri hanno condotto un’ampia operazione di contrasto alla microcriminalità, rivolta in particolare ai furti in appartamento.

Sedriano

Alle 18 di lunedì 27 gennaio, nel vicolo Arturo Toscanini e cioè non lontano dall’acquedotto di Sedriano, un uomo ha tentato di entrare in una delle abitazioni private della via. Avendo questa l’allarme inserito, al tentativo di scasso da parte del malintenzionato la sirena è entrata in azione, facendolo fuggire.

Annunci sponsorizzati

Culture digitali

I residenti sono riusciti a fotografare il fuggitivo che saliva su una Range Rover di colore scuro. Qui lo aspettava un complice seduto sul lato guidatore. Da lì la fuga.

A Corbetta si spara? E poi truffe del finto vigile, del postino e furti. A Magenta, Mesero, Inveruno e Sedriano. 1 29/01/2020 Cronaca del Magentino

Magenta

Nelle stradine laterali alla centrale via Roma, su alcuni citofoni di condomini sono comparsi segni strani fatti a pennarello con anche piccoli adesivi quadrati di diverso colore. Il sospetto è che si tratta di simboli lasciati da ladri in perlustrazione, simili a quelli già ampiamente diffusi dalle forze dell’ordine durante gli incontri pubblici. Incontri volti ad informare sul tema i cittadini.

Inveruno e Mesero

Annunci sponsorizzati

Culture digitali

In diversi hanno segnalato alle forze dell’ordine la presenza dei “soliti” finti tecnici dell’acqua. Stavolta però accompagnati da un’altrettanto finto vigile di Polizia locale con una divisa che però non ha saputo ingannare le vittime prescelte. I finti tecnici sono in due.

L’episodio di Inveruno risale al 20 gennaio, mentre lunedì 27 gennaio 2020 la segnalazione della coppia dei finti tecnici è stata fatta a Mesero, in via Gramsci.

Tornando invece a Inveruno, sono state segnalate finte telefonate da parte delle Poste italiane che colpiscono principalmente anziani: “Lei e suo marito dovreste venire in posta domani alle…. per firmare un documento”. Tutto finto! Padroni di casa alle Poste e ladri in azione!

Inveruno ha predisposto uno sportello comunale per segnalare le truffe attivo il lunedì e mercoledì dalle 9 alle 12.15 e dalle 16.45 alle 18.45, nonchè il giovedì e il venerdì dalle 9 alle 12.15. Telefono 02.9788122.

Cristina Garavaglia
Cristina Garavaglia 371 Articoli
Giornalista

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi