In arrivo la farmacia a Cerello di Corbetta

Il bando di concorso per aprire un armadio farmaceutico in piazza San Vincenzo a Cerello di Corbetta, ha fatto sì che da qui a breve sarà disponibile un ulteriore servizio al pubblico. Il tutto tenuto conto della presenza nella frazione di un considerevole numero di anziani. Si pensa comunque anche alla necessità dei bambini in tenera età di prodotti da banco o alle fasce più deboli che non possono per vari motivi recarsi in centro a Corbetta per ottenere il medicinale di cui hanno bisogno.

In arrivo la farmacia a Cerello di Corbetta 1 27/01/2020 Corbetta

Al momento si parla di dispensario. Dieci anni fa, con l’approvazione della legge Bersani sulle liberalizzazioni, sono stati infatti introdotti una serie di cambiamenti in diversi settori, tra i quali la vendita dei farmaci da banco (decreto-legge n. 223 del 4 luglio 2006, convertito dalla Legge n. 248 del 4 agosto 2006). Sarà cioè presente un armadio farmaceutico e un medico, che potrà consigliare. Al momento non si effettueranno test tipici delle farmacie come quello della glicemia, della presenza di trigliceridi nel sangue che vengono invece condotti in altri presidi corbettesi.

Il dispensario, che ha come sede locali privati, avrebbe dovuto essere già aperto da gennaio mentre i lavori di ristrutturazione si protrarranno ancora per qualche settimana.

Si parla tuttavia di un lasso di tempo non ben definito, così come la stessa si trasformerà in pochi mesi da dispensario a vera e propria farmacia gestita da due soci, che opereranno come soggetti privati; due dottori farmacisti che hanno avuto ruoli dirigenziali nella città di Corbetta e in zona. Sil cartello dei lavori esposto in quella che sarà la farmacia, si leggono i nomi dei dottori: Claudia Schieppati e Davide Milani.

Annunci sponsorizzati

Culture digitali

Non si tratta dunque di una farmacia comunale ma privata.

Cristina Garavaglia
Cristina Garavaglia 371 Articoli
Giornalista

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi