Crollo nella M4. Operaio sepolto a 18 metri di profondità

Milano. Un incidente successo, poco prima della 18.30, in via Tirana, nel cantiere della M4. Un operaio che stava lavorando allo scavo è rimasto intrappolato a 18 metri di profondità, in parte schiacciato dai detriti e forse anche da una putrella. (Foto di repertorio).

Le prime notizie poco dopo l’incidente

Sembra fsia riuscito in parte a liberarsi. Sul posto ci sono i vigili del fuoco e i carabinieri. I soccorritori del 118 lo hanno raggiunto da pochissimo. Lo hanno trovato in arresto cardiocircolatorio e stanno effettuando le manovre di rianimazione. Si tratta di I.R. di 42 anni. Non si sa ancora cosa può aver causato il crollo di detriti. A breve altri aggiornamenti della situazione.

Morto poco dopo l’arrivo in ospedale

Intorno alle 22 si è diffusa la notizia che Raffaele Ielpo è deceduto poco dopo il ricovero in ospedale. I soccorritori del 118 lo avevano rianimato dopo che i detriti caduti lo avevano colpito al petto e alle gambe ed aveva avuto un arresto cardiaco. Trasportato in codice rosso all’ospedale San Carlo intorno alle 20, era giunto vivo al nosocomio, ma in condizioni disperate.

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 3300 Articoli
Giornalista Milanese e Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni ho collaborato conTvci, una delle prime televisioni private e così sono anche parte della storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di RPL e scrivo su alcune testate, qua e là.

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi