Noi stiamo con i bambini non con Bonaccini

Bibbiano, Emilia Romagna. E’stato confermato il flash-mob dei gilet giallie italiani insieme alle associazioni di genitori che combatto per riavere i bambini che sono stati messi illecitamente in affido o in case famiglia. Saranno oggi davanti al comune di Bibbiano a sostegno dei bambini.

Pubblicità

Flash mob davanti al Comune

Più decisi che mai e determinati a far conoscere la gravissima realtà del sistema affidi in Emilia e in tutta Italia, a Bibbiano prevedono la presenza di 200 persone. Sono genitori, vivono una situazione di grande dramma, i loro risparmi sono spesi soprattutto in avvocati, ctu e in altri mille impegni cui il sistema li costringendo. Non sono padroni della loro vita perchè lo Stato li ricatta attraverso i figli. Per loro viaggiare per centinaia di chilometri e andare ad un flash mob a Bibbiano è più di un atto di coraggio.

Pubblicità

È un atto di intima cosciente ribellione, di estremo amore nei confronti dei loro figli. Stanno battendosi per loro. Stanno iniziando una vera guerra contro il potere del governo e non temono di attaccare direttamente,in campagna elettorale chi prova a legittimare quanto accade con gli affidi illeciti.

Pubblicità

I giocattoli dei bambini lasciati sulle gradinate del comune

“Mi hanno telefonato persone di Milano, Verona, Desenzano, Brescia confermando la loro presenza oltre a persone di città emiliane. Verranno lette, durante il flash-mob, lettere, messaggi di mamme e di associazioni che non potranno essere presenti. Leggeremo i nomi dei bambini rapiti pervenuti via contatti oltre ai nomi dei figli rapiti di famiglie presenti. Ad ogni nome verrà deposto un giocattolo sulla gradinata del Municipio di Bibbiano”, racconta Vincenzo.

Il “pavido” Bonaccini

Pubblicità

Culture digitali

A parlare a none di tutti è un papà, Vincenzi B. “È vergognoso quanto sia pavido Bonaccini. Ha avuto paura di essere a 1 km di distanza da noi. Il PD di Bibbiano sapeva del nostro clash mob davanti al Comune di Bibbiano e che non saremmo andati a tentare di incontrare Bonaccini nella sede locale del PD. Bonaccini. Non ha le palle di venire Bibbiano oggi. All’apparenza sembra molto sicuro di sé ma si è dimostrato più pauroso di un coniglio. A quanto mi risulta, gli esponenti politici del PD locale, provinciale, regionale, nazionale e gli uomini di governo del PD non hanno incontrato nemmeno una una famiglia a cui hanno rubato i figli. Non vogliono conoscere i fatti e condividere il loro dolore, ma poi vogliono parlare, e dicono che il “nel sistema affidi va tutto bene” e che il modello emiliano è da porre ad esempio in tutta Italia”. E mettiamoci anche all’estero! Così siamo tutti contenti,” continua Vincenzo.

Ma veniamo anche a Bologna…

“Samo disponibili anche ad andare a Bologna presso la sede della Regione con molte famiglie disperate per incontrare Bonaccini così gli evitiamo un viaggio, a lui e alla “carissima” Roberta Mori”, che “conosce molto bene” Bibbiano, e a tutti quei membri del PD consiglieti in regione Emilia Romagna che hanno partecipato ad una commissione sugli affidi che fa ridere anche i polli. Si sapeva come andava a finire: solo un raffreddore curabile con un’aspirina e niente altro. Però
Noi stiamo con i bambini !
Non con Bonaccini !”

Pubblicità

GT Consulting

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 4480 Articoli
Metà Milanese e metà Mantovana, sono il Direttore responsabile di Co Notizie -Zoom News. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker di Radio Padania libera. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Editor Specialist